POLLO FRITTO per MTC63 con SCALOGNI AL VINO e SALSA AL PEPERONE

 

Ultimamente le mie partecipazioni ad MTC si trasformano in un parto trigemino, forse anche quadrigemino visto le difficoltà alle quali vado incontro, difficoltà delle quali posso incolpare solo me stessa sia beninteso, ma fra le regole per la ricetta, le regole per le foto, i vari passaggi ai quali non sono abituata (io preparo, cucino, impiatto, click veloce per la foto e poi mangio) mi perdo regolarmente anche se leggo e rileggo tutto, prendo nota, spunto quello che ho già fatto, ma niente, l’anarchica che vive in me anche inconsciamente sussurra al neurone “fa come ti viene”, o meglio “fa come ti pare, basta che cucini!”.

 

 

E’ successo la volta scorsa coi macarons, non ricordo nemmeno più quale dei passaggi fondamentali ho dimenticato e sono andata fuori gara, è successo anche questa volta ma per fortuna sono riuscita a rimediare comprando altro pollo per fare la foto dell’impanatura.

A si, dimenticavo che la ricetta della sfida n.63 è il pollo fritto proposto da Silvia Zanetti che ha appena aperto un blog nuovo nuovo.

 

E qui veniamo alle note dolenti che magari fossero state solo quelle di una foto mancante.
Non friggo praticamente mai da circa 20 anni, prima per problemi di salute del marito, poi per il mio colesterolo che improvvisamente ha deciso di spalmarsi un po’ nelle mie arterie bello comodo, inoltre le papille piano piano si dimenticano di quanto buono sia un fritto e non lo esigono più, ma purtroppo se lo dimenticano anche stomaco e intestino e posso dire con orgoglio che per Mtc ho fatto pure questo, sono stata male come un cane che mangia una polpetta avvelenata al punto che dopo un pomeriggio e una notte di conati e altro (vi risparmio i dettagli, ringraziatemi) ero lì lì per chiamare la guardia medica!
A questo si aggiungeva anche il fatto che dovessi fare quella famosa foto mancante e qui ringrazio con tutto il cuore il dio della colica che la foto in questione fosse del pollo impanato PRIMA della frittura perchè altrimenti avrei desistito e mi sarei data malata con giustificazione scritta e avrei saltato pure questo mese.
Naturalmente il pollo della foto mica l’ho buttato, l’ho semplicemente cotto in forno con un bel contorno di patate, che qui il cibo non si spreca mai 😉 

Read more

BAVARESE AL CIOCCOLATO FONDENTE E GELATINA AL MANGO

 

Neanche io posso esimermi da S.Valentino e dalla sua profusione di cuori, veramente ogni scusa è valida per preparare una torta, se poi si può abbinare alla festa più dolce e smielata che ci sia eccomi pronta ad inventarmi un altrettanto dolcissimo dessert.

Base di dacquoise al cocco, crema bavarese al cioccolato fondente, inserto di gelatina al mango, copertura al cioccolato bianco e decoro di gelatina al lampone, una goduria!
Naturalmente doveva essere un cuore ed ho usato questo stampo in silicone Pavoni, una volta congelata si sforma perfettamente e poi si prosegue con la glassatura e la decorazione, attività che non mi è assolutamente congeniale ma vabbè 🙂 

Read more

CROSTATA AL CIOCCOLATO E CROCCANTE DI NOCI PECAN di Paul A.Young

 

 

 

Sospendo la carrellata di ricette di Ottolenghi per non venirvi a noia e soprattutto perchè questa crostata merita di essere provata, visto che il we si avvicina vi consiglio di farla.
L’uso del sale non deve spaventare perchè al contrario è un accostamento sbalorditivo, io non sono riuscita a trovare il Maldon e ho ripiegato per un più reperibile rosa dell’Himalaya.
Gli altri piccoli cambiamenti apportati riguardano il croccante di noci pecan, ne ho usato un po’ per la guarnizione e con il resto ho ottenuto un pralinato che ho versato a gocce sulla torta, coi ritagli di frolla ho inoltre fatto dei piccoli biscotti sui quali ho spolverato qualche grano di sale.
Come dicevo è un dolce sbalorditivo, certo ipercalorico ma ne vale assolutamente la pena, la difficltà sarà fermarsi a una fetta!

 

Read more