zuppa di cavolo nero, pane e lenticchie nel coccio

forse in questa zuppa è racchiuso il senso del titolo del mio blog, l’idea di mettere in un pentolone una serie di ingredienti e tirarne fuori un qualcosa di caldo, confortevole e squisito, una ricetta che “sfami” la famiglia, anche nel senso affettivo del termine, che nutra anche il cuore e non solo la pancia!
e poi direi che per questa zuppa il pentolone diventa anche magico, una ricetta alchemica che non tramuta il metallo in oro ma una serie di avanzi in un piatto divino!
gli avanzi erano un pò di lenticchie in umido della sera prima, del pane vecchio, del cavolo nero saltato in padella con aglio e peperoncino e del brodo vegetale che ho quasi sempre in frigorifero per una voglia improvvisa di minestrina!
pensa che ti ripensa mi è venuto in mente il contest di Nuccio, quale migliore occasione per assemblare il tutto e farne venire fuori una zuppona sostanziosa e buonissima!
ZUPPA DI CAVOLO NERO, PANE E LENTICCHIE:

per le lenticchie:

lenticchie
pancetta
salsa di ciliegino Agromonte
cipolla
sale, olio
lessare le lenticchie e tenere da parte un pò di acqua di cottura,
in una casseruola mettere l’olio con la cipolla tritata, rosolare e aggiungere la pancetta tagliata a dadini e quando la parte grassa diventerà trasparente unire le lenticchie, mescolare e lasciare insaporire 5 minuti, 
aggiungere la salsa, aggiustare di sale e terminare la cottura per 15 minuti allungando la salsa con un pò di acqua di cottura delle lenticchie se dovesse asciugarsi troppo.
inoltre:
cavolo nero lessato saltato con aglio e peperoncino
brodo vegetale
fette di pane raffermo
pecorino grattugiato
aglio, alloro
nel coccio soffriggere olio, aglio e alloro, toglierli e distribuire sul fondo le fette di pane strofinate con un pò di aglio, spolverare di pecorino grattugiato e coprire col cavolo nero e con le lenticchie, versare circa mezzo litro di brodo vegetale e cuocere per 10 minuti, spolverare con altro pecorino e servire.
le dosi essendo stati avanzi non ve le so dare, il brodo è indicativo a seconda del resto degli ingredienti.
con questa saporitissima e gustosa zuppa partecipo al contest di Nuccio.

50 thoughts on “zuppa di cavolo nero, pane e lenticchie nel coccio

  1. Concordo sulla trasformazione nel pentolone e pura magia, mia nonna me lo diceva sempre, con gli scarti si fanno delle zuppe favolose, soprattutto con quelli del cavolo. Comunque una zuppa così ti fa ritornare in mente i sapori d'altri tempi e ti scalda anima e core!!! Grazie cara per la tua ricetta. Una buona giornata. Ciao.

  2. Ecco, questi sono piatti che mi piacciono da morire, semplici, rustici, che solo a vederli mi fanno venir voglia di casa.
    sento il tintinnio di piatti e bicchieri, il calore della famiglia intorno al tavolo che all'imbrunire si ritrova dopo le fatiche della giornata e una brocca di vino rosso…dove devo venire per mangiarla?

    1. anche io, minestre, zuppe, vellutate, tutto quello che si mangia col cucchiaio ed è caldo e corroborante!
      grazie per la foto, credo sia una delle rare che ho fatto con luce naturale!

  3. Queste zuppe mi fanno sentire sempre coccolata, quando sono stanca o depressa non creco il cioccolato ma una zuppa come questa. Arrivederci signora e complimenti per il suo blog LEI è una persona fantastica e si dice in giro molto famosa :DDD <3 <3

    1. no ecco, per me la coccola è sempre un dolce cioccolatoso, vedo che Voi ed io la pensiamo diversamente.
      Vi ringrazio, essere citate da Vossia è un'onore grande, anzi, se posso vorrei anche chiederVI se mi manda una foto con dedica e autografo!

  4. Anche io amo le zuppe,e questa oltre ad essere ottima e ben presentata,riesce a trasmettere davvero un senso di affetto, quasi ti abbraccia!
    Complimenti Dau!

  5. Dauli i miei più sinceri complimenti, la zuppa è meravigliosa, con ingredienti buoni, salutari e poi la presentazione è stupenda, davvero! Anche io oggi ho postato una ricetta "povera" eravamo mica in sintonia? 😀 ciao cara!

  6. Basta la foto per capire che questa zuppa deve essere "oltre"…questa scalda sicuramente tutto, mani, piedi, pancino e anche il cuore. Mi verrebbe voglia di tuffarmi dentro a quel coccio. Si capisce che mi piacciono queste ricette rustiche? 😀

  7. mi piacciono tantissimo tutti gli ingredienti, il cavolo nero, le lenticchie, il pane….mi viene proprio voglia di mangiarlo, complimenti!!

  8. Il passato torna sempre….è piacevolissimo vedere i pranzi semplici di una volta cucinati in questi splendidi cocci..e la tua zuppa ci sta splendidamente…buon w.e.!

    1. ussignur, in pari con chi? (ahahah, mentre lo scrivevo canticchiavo Zucchero "in pari con chi chi chi chi chicchichichi", sono le due e mezza di notte e do i numeri!
      se avessi saputo della cresima gli auguri glieli avrei fatti volentieri di persona, cioè, al telefono volevo dire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *