carbonara al gelato di zucchine per l’mtc

ma quante prime volte tiene a battesimo l’MTC!
quello che mi piace è l’atmosfera di attesa che si crea intorno alla ricetta, c’è ansia, curiosità a mille, paura di non essere all’altezza di quanto verrà proposto.
poi finalmente arriva il momento e…….SBAM……..ti ritrovi davanti a ricette o mai sentite prima, o mai fatte perchè proprio non ti piacciono o perchè ne hai sempre avuto un sacro timore!
però…..
però come una scolaretta ubbidiente vai a leggerti la ricetta, te la annoti, te la studi (io come sempre non capisco mai una cippa lippa al primo colpo!) e poi ti butti, sia quel che sia!
la notte si trasforma in consigliera, al super ti guardi intorno e a volte l’occhio cade su qualcosa che improvvisamente ti dà l’ispirazione giusta, insomma, ME PIASE!!

e questo mese non è stato da meno, Mapi ci ha proposto il gelato con 3 dettagliate ricette base da seguire con e senza gelatiera.
leggetevi le sue indicazioni, sono dettagliate e preziose!

mai avuta una gelatiera in vita mia, ho tante ricette di gelato da fare col Bimby ma non ne ho mai provata una, il gelato home made mi ha sempre un pò intimorita e francamente non so perchè, forse è una di quelle paure a volte immotivate solo perchè del gelato conosci quello confezionato o del gelataio che ha sul retro delle super macchine e pensi che in casa non verrà mai!
errore!
il gelato in casa viene eccome, e anche senza gelatiera……e anche buonissimo!!

il primo che posto è questo gelato salato al pesto di zucchine perchè è stato il primo a venirmi in mente!
sono strana eh?
invece che creme in mille versioni dolci e golose la mia associazione di idee è stata questa:
base del gelato crema inglese = uova e parmigiano = carbonara = carbonara di zucchine ma più ricca e profumata = pesto!!

ed ecco qui la ricetta:

CARBONARA AL GELATO DI ZUCCHINE:


per il gelato:


160gr di latte
70gr di parmigiano grattugiato
2 tuorli
150gr di panna

per il pesto di zucchine:

2 piccole zucchine novelle
20gr di basilico
30gr di mandorle
un pizzico di sale

inoltre:


300gr di pasta (io radiatori ma va bene il formato che preferite)
70gr di pancetta dolce

preparare il pesto tagliando le zucchine a julienne, frullare il basilico con le mandorle e aggiungere le zucchine con un pizzico di sale, frullare leggermente in modo da lasciare le zucchine abbastanza integre e tenere da parte.
mettere a bollire il latte e nel frattempo montare i tuorli col parmigiano, versarvi sopra il latte caldo mescolando e rimettere il composto sul fuoco mescolando fino ad arrivare a 85° o fino a che la crema vela il cucchiaio.
mettere a raffreddare in una ciotola con acqua fredda da frigorifero sempre mescolando e cambiare l’acqua appena intiepidisce, trasferire la crema in un contenitore chiuso e metterla in frigorifero per 1 ora,
a questo punto unire la panna e il pesto alla crema ben fredda mescolando per amalgamare bene entrambi e trasferire il composto in un contenitore stretto e lungo possibilmente col coperchio, metterlo in freezer e dopo 60-90 minuti dargli una mescolata con le fruste elettriche, rimetterlo in freezer e ripetere l’operazione per altre 2 volte,
ora mettere il gelato in un contenitore apposito, io li avevo in casa reduci da gelati comprati in precedenza, coprirlo con della cartaforno a contatto, chiudere e rimettere in freezer per un’ora circa,
al momento di consumarlo lasciarlo per 20 minuti in frigorifero.

mentre il gelato passa la sua ultima ora in congelatore mettere a bollire l’acqua per la pasta e in una padella rosolare la pancetta dolce tagliata a cubetti, toglierla dalla padella e pulire quest’ultima dal grasso che ha rilasciato la pancetta, versare nella padella pulita un giro d’olio, unire i cubetti rosolati e mettere a scaldare, scolare la pasta e saltarla in padella facendola ben insaporire,
impiattare e aspettare un paio di minuti che intiepidisca e servirla con sopra una pallina di gelato, il gelato si scioglierà lentamente e darà alla pasta sia un gradevole contrasto di freddo e caldo e anche una cremosità densa e saporita.

è stata una piacevolissima sorpresa, anche gli scettici di casa dopo aver dato un’occhiata storta a quella pallina non meglio identificata al primo boccone hanno fatto “mmmhhh”, tanto basta!!

ed è stato anche piacevole appurare che fare il gelato in casa senza gelatiera non è affatto difficile, solo un pò lunga l’attesa fra una frullata e l’altra, niente di più!
a proposito di ricette che spaventano e che non ho mai osato fare, suggerisco agli eventuali prossimi futuri vincitori dell’mtc invernale che io non ho mai fatto la pasta sfoglia, obbligatemi!! ^_^

82 thoughts on “carbonara al gelato di zucchine per l’mtc

  1. No Dauly, la pasta sfoglia no!!!
    Questo gelato convicerebbe anche me a mangiare un bel piatto di pasta…te lo copio e lo faccio provare ai figlioli, chissà cosa ne diranno!! 😉

    ciao loredana

  2. Allora dev farmi coraggio anch'io, io ho un timore immenso di fare il gelato in casa…ci devo pensare ancora bene….beh questa ricetta la vrrei proprio provare, facciamo così vengo da te a pranzo..ahahha…scherzo bellissima e sei geniale!! buon fine settimana

  3. Certo che hai avuto un'associazione di idee davvero originale. Partire dal gelato ed arrivare alla carbonara e pesto di zucchine non e' da tutti :))
    Anche in casa mia sarebbero partiti con l'occhiata storta, poi annusata, assaggio minimale per terminare con una mangiata luculliana :DD

  4. mi sono imposta di contenere l'entusiasmo e ho letto ben bene tutto il post, con grande attenzione alla parte più tecnica della preparazione del gelato. alla crema inglese fatta col parmigiano ero già lunga distesa sulla tastiera. Il resto, è solo un'irrefrenabile desiderio di andare a casa e provarlo.
    Idea da chef stellato (ed è un complimento), realizzazione da grande cuoca (ed è un complimento doppio, almeno per me)
    E questo è solo l'inizio, vero???
    🙂

    1. allora va bene la crema inglese anche se non c'è una parte di zucchero? su fb c'è questo dubbio!
      grazie Ale, è l'inizio ma gli altri sono molto più classici, non aspettarti di più dal mio neurone!!

  5. Pazzesca questa idea!!!! Mamma mia, originalissima, complimentoni!!!Anch'io non ho mai provato a fare il gelato, non avendo la gelatiera, ma ora posso provarlo 😀 Passa a trovarmi quando vuoi/puoi! Un abbraccio

  6. bravissima, ti faccio i complimenti per l'originalità e il coraggio!! anche io sono un pò folle (in cucina è lecito) e anche io mi faccio consigliare dalla notte e la maggior parte delle volte escono delle cose proprio simpatiche, come la tua carbonare estiva:-)

    1. e non solo la notte, in tutti i momenti meno impensati ho delle illuminazioni che poi continuano a frullarmi per la testa, forse le foodblogger non sono tanto a posto!
      grazie e buon we!

  7. ma non ci posso credere, o meglio, dagli indizi al pesto avevo pensato!
    E poi non credo neanche che non hai mai fatto la pasta sfoglia, ecco mi stupisci giorno dopo giorno 😀
    Pero' avrei voluto vedere le facce dei commensali quando si sono ritrovati questo piatto di pasta davanti 😀

    1. no stella, la pasta sfoglia è una cosa che mi terrorizza fare, solo grazie all'mtc mi butto in imprese mai pensate prima e per questo ho fatto l'appello! ^_^
      avrei dovuto fare la foto dei miei, il prima e il dopo l'assaggio!

  8. Beh, una ricetta senza eguali… dire che è semplicemente splendida è dir poco…anche la foto è meravigliosa! Complimenti Dauly! Baci e buon week end…

  9. Bellissima idea e sicuramente buonissima!
    Io ancora non mi sono cimentata ma da come la racconti tu sembra proprio facile 😉
    Speriamo bene… oggi si comincia a gelatare!
    Buona giornata
    Eli

  10. Questa cosa del gelato sulla pasta la trovo una vera genialata, in puro stile MTC! Fantastica!…e se vinci tu, sappiamo gia' cosa aspettarci per settembre!!

  11. Il gelato salato è geniale e incuriosirebbe persino una non amante del gelato come me!! Il bello dell'mtc è vedere quanti capolavori riuscite a inventare ogni mese! Ma dici che la fantasia si sviluppa dopo un numero minimo di partecipazioni? Ciao, Valentina*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *