IDEE PER NATALE: thumbprint al caramello salato, petit beurre, sableè alle mandorle, arancia e carote, biscotti per tutti i gusti per combattere un male dell’anima!

 

 

 

 
è un post faticoso questo, 
volevo sparire almeno fino alla fine delle feste e fare finta che fossero passati solo giorni come tanti ma non l’ho potuto fare!
ho una famiglia, un figlio, un anziano che da me si aspettano che “stia bene”, ma è proprio in giorni come questi che il dolore urla che più forte non si può, in cui le persone che per un motivo o per l’altro non ci sono segnano ancora di più la loro assenza!
abbiamo passato tanti natali “senza”, ma era un senza che ci coinvolgeva tutti, era un dolore diviso e condiviso, ma questo è stato solo mio, unicamente mio e mi ha fatto ancora una volta sprofondare nell’orrendo buco nero!
vedo negli atteggiamenti dei miei che non sanno come muoversi all’interno del mio orribile mondo chiuso, so che riescono solo a dirmi “devi reagire” come se queste fossero le parole magiche per aiutarmi!
cerco, giuro su Dio che cerco disperatamente di farlo ma su due passi che faccio faticosamente in avanti ne rifaccio dieci indietro in un attimo, basta un niente e sono ancora laggiù nel buio a cercare il modo di uscirne!
 
che brutto post natalizio vero?
ma io non sono quella che mette su delle maschere, è più forte di me, non ce la faccio, mi si legge subito in faccia, nel sorriso che non arriva mai, nello sguardo che guarda sempre altrove, perso anche lui nel vuoto della mia anima!
sarà debolezza? non lo so e non mi interessa perchè se anche fosse non me ne vergogno, e poi questa sono io, perchè dovrei far finta di essere qualcos’altro? 
 
per passare più velocemente queste orribili giornate mi sono stordita di impasti, di infornate, di tentativi malriusciti e di successi che però non mi hanno nemmeno dato la gioia di regalare qualcosa fatto con amore, perchè non c’era amore in quello che facevo, ma solo un tentativo di azzerare questo maledetto cervello che continua a non andare nella direzione giusta!
 
 
PETITS BEURRE:
 
100g di zucchero
100g di burro leggermente salato
65ml di acqua
1 bacca di vaniglia
1g di sale
250g di farina 00
1/4 di sacchetto di lievito per dolci
 
mettere in un pentolino l’acqua, lo zucchero e il burro, scaldare a fuoco basso finchè il burro è completamente sciolto, lasciare riposare 20 minuti mescolando spesso,
in una terrina mettere la farina setacciata col lievito, il sale e i semi di vaniglia e versarvi il composto di burro e zucchero intiepidito, 
mescolare con un cucchiaio di legno fino a che si otterrà un impasto lucido e senza grumi, non temete se l’impasto vi sembra tenero, deve essere così, 
avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo in frigorifero almeno 3 ore,
infarinare il piano di lavoro e tirare l’impasto raffreddato ad uno spessore di 4mm e tagliare i biscotti della forma desiderata, o con l’apposito attrezzo,
ricoprire con cartaforno una teglia e depositarvi i biscotti,
metterli in frigorifero e nel frattempo portare il forno a 180°c, infornare e cuocere per 12 minuti, o il tempo necessario a far dorare solo i bordi, toglierli dalla teglia e farli raffreddare su una gratella.
 
 
SABLEE’ ALLE MANDORLE E ALBUMI:
ricetta di I.Massari presa da Fables de sucre
metà dose
 
115g di farina00
50g di fecola
105g di burro freddo
1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata (nell’originale una bacca di vaniglia)
1g di sale
3,5g di acqua
50 di farina di mandorle tostate
60g di zucchero a velo
25g di albume
 
la farina di mandorle l’ho preparata io facendo tostare le mandorle sbucciate in forno a 160° per circa 10 minuti controllando che non bruciassero, lasciare raffreddare e frullare in un macinacaffè o in un robot dando piccoli colpi a intermittenza per non far uscire il loro olio che impasterebbe la farina, 
nell’impastatrice usando il gancio a foglia mettere la farina e la fecola e il burro freddo tagliato a tocchetti,
quando il composto sarà bricioloso unire lo zucchero, la scorza e il sale sciolto nell’acqua,
impastare ancora con la foglia quindi unire la farina di mandorle e i 25g di albume,
una volta assorbito formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigorifero per 12 ore,
infarinare leggermente il tagliere e tirare la pasta ad uno spessore di 8mm, tagliare della forma desiderata e disporre i biscotti su una teglia coperta con cartaforno,
cuocere a 180°c per 10-12 minuti,
mettere i biscotti a raffreddare su una gratella quindi spolverarli con abbondante zucchero a velo.
 
 
THUMBPRINT AL CACAO E CARAMELLO SALATO:
 
150g di farina00
70g di fecola
30g di cacao
125g di burro morbido
80g di zucchero (muscovado nell’originale)
1 tuorlo 
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 albume
60g di nocciole tostate e tritate
sale
mettere le nocciole sbucciate su una teglia ricoperta di cartaforno e farle tostare a 160°c per circa 10 minuti facendo attenzione che non brucino, 
lasciarle raffreddare e tritarle grossolanamente,
in una terrina mescolare il burro col tuorlo, unire la farina, la fecola, il cacao, impastare ed aggiungere lo zucchero, la vaniglia e un pizzico di sale,
trasferire il composto su un ripiano infarinato e lavorarlo fino ad ottenere un impasto morbido ma che non appiccicoso, in caso fosse troppo duro unire un goccio di latte freddo,
foderare una teglia con cartaforno e portare il forno a 180°C,
prendere dei pezzetti di impasto e formare delle palline, appoggiarle sulla teglia e una volta finito fare al centro dei biscotti un incavo con il manico di un cucchiaio di legno oppure col pollice,
cuocere per 15 minuti, sfornarli e prima che si raffreddino riformate le fossette che eventualmente si saranno alzate in cottura,
sbattere leggermente l’albume e passarvi i bordi dei biscotti e subito dopo nella granella di nocciole.
 
per il caramello salato:
150g di zucchero
100g di panna fresca
30g di burro salato
 
se non avete il burro salato preparatelo impastando i 30g di burro con un pizzico di sale,
mettere due cucchiai di zucchero in un pentolino dal fondo spesso su fiamma bassa, appena questo comincerà a sciogliersi unirne altri due e così di seguito fino a terminare lo zucchero e senza mescolare, muovendo solo il pentolino per diffondere meglio il calore, 
quando si sarà formato un caramello dorato togliere il pentolino dal fuoco senza spegnerlo, 
nel frattempo portare a bollore la panna e versarla nel caramello facendo attenzione ad eventuali schizzi, 
riportarlo sul fuoco e mescolare per amalgamare il tutto, se si cristallizzerà continuare a mescolare fino a che lo zucchero tornerà a sciogliersi, 
spegnere il fuoco ed unire al caramello il burro salato sbattendo bene con una frusta,
versare in un vasetto, farlo raffreddare e poi riempire le fossette dei biscotti con un cucchiaino di caramello.
 
se non volete fare il caramello potete farcirli con marmellate a vostro gusto aggiunte nelle fossette prima della cottura o anche dopo, lo stesso vale per una crema al cioccolato, al caffè o alla vaniglia.
 
 
 

BISCOTTI ALLE CAROTE E ARANCIA:


150g di farina00
50g di farina d’avena
70g di zucchero
2 carote
1 arancia
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di cannella
un pizzico di sale

grattugiare le carote,
spremere l’arancia,
in una terrina mettere la farina setacciata col lievito e la farina d’avena, unire le carote, il succo d’arancia, la vaniglia, la cannella e il pizzico di sale,
impastare, formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigorifero per un paio d’ore,
coprire il piano da lavoro con un foglio di cartaforno infarinato, mettervi l’impasto, appiattirlo con le mani, infarinarlo e coprirlo con un altro foglio di cartaforno, stendere a uno spessore di 4mm e tagliare con le frome desiderate,
cuocere a 180°c per 15 minuti circa.

14 thoughts on “IDEE PER NATALE: thumbprint al caramello salato, petit beurre, sableè alle mandorle, arancia e carote, biscotti per tutti i gusti per combattere un male dell’anima!

  1. Ciao Dauly ! dai tuoi lavori non si vede il tuo stato d'animo, sono carini, curati…. mi sembra una parte di te che si manifesta magari con timidezza, ma vedo energia, forza…non ci credo che non c'è amore in quello che fai, magari c'è fatica, dolore, ma stai tentando di esprimerti con cura, appropriatezza … da lì si arriva anche all'orgoglio, si orgoglio delle piccole cose, del quotidiano, dell'oggi, che ci ricrea… Natale è rinascita , abbandonati all'umiltà di ricominciare da piccole cose. Augurissimi !!!

  2. Purtroppo ci sono momenti nella vita che neanche ciò che ci piace di più riesce a farci riprendere. La cucina, l'hobby che accomuna noi food blogger a volte non è in grado di strapparci il sorriso di cui abbiamo bisogno…è il tempo che ci viene in aiuto!
    Questi biscottini sembrano comunque deliziosi e anche se non sei riuscita a regalarli li ha condivisi con noi! grazie di questo! : )

  3. E' vero, è proprio in questi giorni di festa che tutti i dolori, passati e presenti, si fanno più sentire. Non ti dirò di impegnarti per uscire da questa spirale di dolore che ti avvolge, perché son sicura che lo stai già facendo. Il mio piccolo consiglio, per quel che vale, è invece dirti di cercare di essere meno dura con te stessa e di cercare di amarti un pò di più, di prendere la vita con un pò di più di leggerezza perché di vita da vivere purtroppo ne abbiamo una sola, e soprattutto impara ad essere un pò egoista verso gli altri e pensare di più a te stessa. Son sicura che pian piano ne verrai fuori, ed è questo il mio augurio per te per il 2014. Ti auguro tanta salute, serenità e gioia di vivere! Un abbraccio

  4. Sì…le feste hanno il potere di accentuare…il dolore, la rabbia tutto ciò che di brutto proviamo.
    Quanto ti capisco.
    Ti invio un abbraccio virtuale…ma solidale!
    (i biscotti sono meravigliosi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *