mini pavlove con crema e zuppetta di fragole

 
 

di solito non mi faccio tentare dalle “primizie” che sono per di più in largo anticipo dalla loro stagione, ma un giorno sono al super e vedo una cassetta di fragole BELLISSIME!
non ce l’ho fatta, non ho resistito e le ho comprate!

io le fragole le mangio quasi sempre al naturale, una dietro l’altra, come le ciliegie, e così pensavo di fare con queste, una bella scorpacciata di frutti dolci e succosi……..forse una prossima volta!
e si, erano tanto tanto belle da vedere ma prive di sapore, rosse si ma prive di succo!

pensa che ti ripensa e con un numero esagerato di albumi da smaltire la pavlova mi è sembrata l’idea migliore, ma le fragole insapori erano e insapori sarebbero rimaste, così una parte le ho messe nella crema e il resto le ho cotte fino ad avere una zuppetta dolce e aromatizzata alla vaniglia.

che dire, basta guardare e sbavicchiare sul monitor!

MINI PAVLOVE CON CREMA E ZUPPETTA DI FRAGOLE:


per le pavlove (6)


180g di albumi un pò vecchi
180g di zucchero semolato
70g di zucchero a velo
15g di maizena
1 cucchiaio di succo di limone

cominciare a montare con le fruste o in planetaria gli albumi insieme alla maizena e al succo di limone, quando iniziano a diventare schiumosi aggiungere lo zucchero semolato un cucchiaio per volta continuando a montare fino ad avere una meringa soda e lucida,
unire lo zucchero a velo setacciato mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare la meringa,accendere il forno e portarlo a 100°c
coprire una teglia bassa con cartaforno,
riempire una sac a poche con la meringa, tagliare via un centimetro di punta e formare le pavlove: partendo dal centro fare dei giri concentrici piatti formando dei dischi di circa 10cm, a questo punto partendo dall’esterno del cerchio fare un bordo alto 5-6cm,
infornare per 1 ora, spegnere il forno aprire lo sportello frapponendo il manico di un cucchiaio di legno e lasciare così fino a che il forno sarà freddo,
staccare le pavlove dalla carta e preparare la farcitura.

per la zuppetta di fragole:


500g di fragole
2 cucchiai di zucchero a velo
1 cucchiaino di estratto di vaniglia o una bacca tagliata a pezzi

lavare e tagliare le fragole,
metterle a cuocere in un pentolino antiaderente con lo zucchero e la vaniglia fino a che sono morbide ma ancora a pezzetti.

per la crema:


300g di latte
1 uovo
40g di zucchero
25g di amido di riso o maizena
200g di cioccolato bianco
200g di panna montata
500g di fragole

stemperare nell’uovo lo zucchero e l’amido mescolando vigorosamente fino a che non ci sono grumi,
unire un goccio di latte freddo, mescolare con una frusta e trasferire in un pentolino insieme al resto del latte,
cuocere mescolando con la frusta o con una spatola fino a che la crema prende spessore,
unire il cioccolato bianco spezzettato, farlo sciogliere completamente e trasferire la crema in una ciotola coprendola con pellicola a contatto,
quando sarà fredda montare la panna ed incorporarla alla crema mescolando dal basso verso l’alto,
lavare ed asciugare le fragole, tagliarle a pezzetti ed unirle alla crema.

mettere le pavlove nei piattini individuali, riempirle con la crema e nappare con un paio di cucchiai di zuppetta.

NOTE:
io ho fatto 6 pavlove monoporzione, se volete potete farne una sola grande, i tempi di cottura si allungheranno.
se rimane della meringa mettetela in una sac a poche con bocchetta a stella o liscia come ho fatto io e fate delle meringhette cotte a 80°c per 2 ore, si conserveranno a lungo in una scatola di latta.
se nella teglia non ci stanno tutte e sei le pavlove dividetele in due teglie e cuocetele a diversi livelli del forno avendo cura di cambiare posto dopo mezz’ora in modo da avere una cottura il più uguale possibile.

 

12 thoughts on “mini pavlove con crema e zuppetta di fragole

  1. Non è carino farmi sbavicchiare davanti al pc!
    Le tue mini pavolove sono bellissime e con le fragole di stagione saranno superlative.
    Comunque ho ceduto anch'io la settimana scorsa e sono stata capace di pagare 9€ mezzo KG di fragole solo perchè, una volta pesate, mi vergognavo a dire che non le volevo più (questo commento si autodistruggerà prima che mio marito possa leggerlo).
    Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *