CRUFFIN AI SEMI MISTI PER RE-CAKE

cruffin

Ho esitato parecchio prima di decidere di fare questa ricetta, primo perchè ho un dito malandato che devo farmi operare e soprattutto perchè nell’originale c’è tanto, tanto burro e il mio colesterolo certo non avrebbe ringraziato.

Ma la curiosità era troppa, l’unica volta che ho provato a fare i croissant in casa ho fatto un macello, invece del classico cornetto mi erano usciti dei mostri senza forma e da allora ho accantonato ogni altro esperimento. Però questi mi attiravano, la sfogliatura è facile e veloce, la formatura anche e cotti negli stampi da muffin (da qui il loro nome) evitano qualsiasi errore. Rimaneva la questione del burro ma nel gruppo di Re-Cake mi hanno rassicurata dicendomi che potevo anche dimezzare quello della sfogliatura e così ho fatto!

ho preferito lasciarli senza aggiunta di zucchero nell’impasto in modo da poterli mangiare al posto del pane ed ho aggiunto fra una sfoglia e l’altra dei semi misti di sesamo, girasole e zucca. Ho cambiato anche parte della farina usando una speciale manitoba del Molino Grassi, una farina di grano tenero con farro spelta e segale che ha conferito un sapore più “rustico” e infine li ho abbinati a un prosciutto crudo di Parma 30 mesi, formaggio caprino e fettine di kiwi, deliziosi!

Come suggerito nella ricetta originale di Lady and Pups se li volete dolci dimezzate il sale e aggiungete 2 cucchiai di zucchero, io li proverò presto anche così.

CRUFFIN AI SEMI MISTI
Write a review
Print
Ingredients
  1. 150 g farina Montana di Molino Grassi (mix di grano tenero, farro spelta e segale) o farina 0
  2. 150 g di farina 00
  3. 6 g lievito di birra disidratato
  4. 10 g di sale fino
  5. 130 g di acqua tiepida + 30 g (2 cucchiai) per eventuali aggiunte
  6. 50 g di burro ammorbidito e tagliato a cubetti
  7. 165 g di burro a temperatura ambiente (io ne ho usati 90g)
  8. semi di sesamo, zucca e girasole
Instructions
  1. Due ore prima di cominciare a preparare l’impasto lasciate fuori dal frigorifero i 165 grammi di burro (o 90 come me) per portarlo a temperatura ambiente.
  2. Nell'impastatrice (oppure in grande ciotola se impastate a mano) mescolate insieme le farine, il lievito e il sale. Aggiungete 130 grammi di acqua tiepida e impastate a bassa velocità per 3 minuti. L'impasto deve essere leggermente rigido, ma se si ha difficoltà a tenerlo unito aggiungete gli ulteriori 30 grammi (2 cucchiai) di acqua e impastate di nuovo.
  3. Unite quindi i 50 gr di burro tagliato a cubetti e impastate a bassa velocità per 5 minuti, fino a che sarà ben incorporato. Aumentate la velocità e impastate per altri 10-15 minuti fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
  4. Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare per 40-45 minuti a temperatura ambiente.
  5. Trasferite la pasta su una superficie leggermente infarinata e dividetela in 4 parti uguali.
  6. Lavorate una porzione alla volta e coprite il resto (senza stringere eccessivamente) con della pellicola trasparente.
  7. Spolverate la pasta con la farina in modo che non si attacchi, poi stendetela fino ad ottenere uno spessore di 1 cm.
  8. Con la macchina per la pasta nella misura più grossa inserite la pasta, passatela, piegatela a metà e passatela un'altra volta.
  9. Infarinate la pasta su ambo i lati e iniziate a tirarla con la macchina fino a raggiungere la misura più sottile (la pasta deve diventare sottilissima).
  10. Per evitare il ripiegamento della pasta durante questo processo, posatela pulita e ben stesa sul bancone.
  11. L'impasto sarà molto lungo, quindi dovrete tagliarlo a metà e tenerlo steso.
  12. Con le dita strofinate delicatamente un sottile strato di burro a temperatura ambiente (deve essere molto morbido ma non fuso) su tutto l'impasto, fino ai bordi. Fate i calcoli che ogni striscia è 1/8 di pasta, pertanto dovrete usare 1/8 del burro.
  13. Fate questo per entrambe le strisce della pasta e cospargete con i semi misti
  14. Una volta terminato, iniziate ad arrotolare l'impasto di una striscia da un estremo all'altro, il più stretto possibile, ottenendo un tronchetto saldo. Posizionate il rotolo su un'altra estremità di striscia imburrata, e rotolate di nuovo.
  15. Ora tenete da parte il tronchetto così ottenuto e fate lo stesso passaggio con le altre strisce.
  16. Alla fine vi ritrovete con 4 rotolini di pasta. Prendente ogni rotolino e tagliatelo a metà nel senso della lunghezza (come si fa con l'angelica), prendete una striscia così ottenuta e, con il lato tagliato verso l'esterno, arrotolatelo come a formare un nodino e infilate le estremità sotto.
  17. Posizionate i nodi ottenuti all'interno di una teglia per muffin imburrata.
  18. Ripetere il processo con le altre 3 porzioni di impasto e burro. Otterrete in tutto 8 cruffin.
  19. Se si sta facendo questo il giorno prima, si può avvolgere la teglia con pellicola e lasciare in frigo. In caso contrario, copritela con della pellicola trasparente e lasciatela a temperatura ambiente per 2-3 ore fino al completo raddoppiamento.
  20. Cucinate in forno preriscaldato a 200° per 25 minuti, fino a quando si gonfiano e si dorano (non spennellare con uovo se si vuole spolverarli di zucchero a velo).
Notes
  1. Questa è una versione più sapida, se si vuole che sia più dolce ridurre il sale a 1/2 cucchiaino, quindi aggiungere 2 cucchiai di zucchero all'impasto.
  2. Invece di zucchero a velo, si possono rotolare i cruffin nello zucchero.
Cucchiaio e pentolone http://www.cucchiaioepentolone.ifood.it/

 

qui di seguito le foto dei passaggi per la formatura spiegati nel blog Lady and Pups 

 

 

 

cruffin01

 

grazie a Re-Cake per avermi fatto conoscere una ricetta che credo rifarò al più presto nella versione dolce, magari con gocce di cioccolato….tanto per non farmi mancare niente! 

 

recake2.0 -1a

10 thoughts on “CRUFFIN AI SEMI MISTI PER RE-CAKE

    1. da me ci sono dei panini molto simili che chiamiamo sfoglini, il sapore di questi cruffin si avvicina molto e non potevo che abbinarli a un buon crudo di Parma che col burro ci sta daddio! 😉
      grazie e buon inizio settimana a te

  1. Quanto sono belli Dauly,mi hanno stregata da quando li ho visti!Ti sono venuti benissimo e così sapidi da abbinare a qualche salume o formaggio li rende stragolosi!Grazie per la pazienza e soprattutto buona guarigione al tuo ditino…immagino che fastidio e noia!Un abbraccio forte tesoro!

    1. li voglio provare anche dolci, fra un po’ però, prima aspetto che il burro trovi il modo di scorrermi via dalle coronarie!
      un abbraccione a te, grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *