TRIANGOLI DI PASTA RIPIENA CON CREMA DI PISELLI, FAVE E LIMONI IN CONSERVA

 

Adoro la Primavera e i suoi colori, la sua luce, le verdure fresche, croccanti, i fiori.
I miei preferiti sono tulipani e ranuncoli ma non è raro vedermi raccogliere margherite in ogni luogo in cui crescano, veramente rubo anche rami interi di biancospini che sporgono dai cortili, ma soprassediamo su questo.

Questi triangoli di pasta nascono dalla mia voglia di fotografare la Primavera, lo so non è molto normale partire dall’idea di una foto e poi cucinare ma siccome avevo tutto in casa in poco meno di un’ora era tutto pronto, foto comprese!

 

La pasta è senza uova, non volevo appesantire un piatto che è praticamente privo di grandi cotture e all’insegna della freschezza, le dosi sono per due persone, una decina di ravioli a testa.
Il limone in conserva è del mio amato Yotam Ottolenghi, vi scrivo in fondo la ricetta per fare quello veloce che non ha bisogno di riposo prima di essere consumato, vi consiglio di provarlo e non ne farete più a meno.

 

 

RAVIOLI CON CREMA DI PISELLI, FAVE E LIMONE IN CONSERVA


Per la pasta:
100g di farina di semola rimacinata
50g di farina 0
acqua qb
un pizzico di sale

Versare le farine in una ciotola con un pizzico di sale, aggiungere acqua continuando a impastare fino a che si ottiene una pasta setosa e morbida, 
avvolgerla nella pellicola e metterla a riposare al fresco, più riposa e più si lavorerà meglio.

Per la farcia:
150g di ricotta di bufala
1 albume
una manciata di parmigiano grattugiato
sale, pepe
mentuccia
poca scorza di limone grattugiata

Per prima cosa mettere a scolare la ricotta, quando avrà perso abbastanza liquido e sarà più compatta mescolarla con l’albume e il parmigiano, aggiustare di sale e pepe, unire la mentuccia tritata e un po’ di scorza di limone grattugiata e lasciare riposare in frigorifero, meglio farla anche il giorno prima.

Confezionare i ravioli tirando la pasta con la macchinetta, disporre delle nocciole di farcia sulla striscia di pasta distanziandole di un paio di cm, coprire con un altra striscia di pasta, schiacciare bene intorno al ripieno per togliere bolle d’aria e tagliare dei triangoli,
disporre i ravioli in un vassoio ben infarinato.

Per condire:
70g di piselli sgranati
70g di fave sgranate
un paio di cm di porro
2 foglie di basilico, 2 foglie di menta
olio extravergine d’oliva
sale, pepe
*limone in conserva

Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua, versare le fave, scolarle con un mestolo bucato e sbucciarle,
sbollentare nella stessa acqua anche i piselli per 3 minuti, scolarli col mestolo e mescolarli alle fave,
in una larga padella versare un giro d’olio, rosolare il porro affettato ed unire fave e piselli tenendone da parte qualcuno per finire il piatto,
cuocere le verdure per 5-7 minuti, salare e pepare quindi versarle nel bicchiere del mixer e frullarle insieme al basilico e la menta, se la crema è troppo densa aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura,
salare l’acqua usata per le verdure e cuocere i ravioli, scolarli e saltarli nella padella usata precedentemente unta con un giro d’olio, saltarli brevemente per farli insaporire e servirli nei piatti dove si sarà messa un po’ di crema di legumi, 
tagliare a pezzetti piccolissimi una mezza fetta di limone in conserva e disporli sulla pasta insieme ai piselli e fave tenuti da parte.

 
*Limone in conserva, ricetta veloce di Yotam Ottolenghi:
mezzo peperoncino rosso
3 cucchiai di succo di limone
3 limoni non troppo grandi non trattati
35g di zucchero fine
mezzo cucchiaio di sale grosso
1 spicchio d’aglio schiacciato
1 cucchiaino di paprika dolce
1/4 di cucchiaino di semi di cumino macinato
mezzo cucchiaino di curcuma in polvere

tritare il peperoncino con il succo di limone, versare in un vaso insieme al resto degli ingredienti e al limone tagliato per il lungo a fette sottili, mescolare con le mani, coprire la ciotola e far riposare per tutta la notte, il giorno dopo trasferire in vasi sterilizzati, si conservano fino a due settimane in frigorifero.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *