PANNA COTTA ALLA VANIGLIA CON CILIEGIE AL VINCOTTO E ROSMARINO

 

Per prima cosa la storia: come sapete ogni sabato preparo il dolce perchè vengono gli amici per la bisca settimanale, ogni settimana un dolce diverso più o meno azzeccato perchè indovinare i gusti di tutti non è sempre facile, comunque sempre apprezzato.
Solitamente ne rimane sempre da mettere in tavola la domenica sera (si, vengono qui di nuovo 😉 ), una piccola porzione a testa tanto per finire la cena con qualcosa di dolce, ma della Japanese cheesecake fatta la sera prima non ne era rimasta neanche una briciola, della hot fudge sauce manco a parlarne, così mi sono dovuta inventare qualcosa che fosse veloce, senza cottura o comunque brevissima, e fresco viste le temperature che avevamo qui domenica scorsa.
Come faccio di solito in questi casi apro frigo e dispensa e mi lascio guidare da quello che vedo, ecco, vedevo ben poco, avevo solo latte, panna e dei meravigliosi ciliegioni enormi che mi avevano invogliata all’acquisto ma che all’assaggio erano stati deludenti. Inoltre erano mesi che dovevo aprire quella bottiglia di Vincotto Piceno, ho provato a metterli insieme non sapendo bene cosa ne sarebbe uscito, beh devo ammettere che ho avuto un’
ottima idea!
Ho usato il multistampo Savarin misto di Pavonidea e dopo un alcune ore di frigorifero ho sformato la panna cotta a meraviglia col risultato che vedete.

 

 

 

 

PANNA COTTA ALLA VANIGLIA CON CILIEGIE AL VINCOTTO E ROSMARINO

Per la panna cotta:

250ml di panna fresca
250ml di latte
70g di zucchero
semi di mezza bacca di vaniglia
2g di agar agar

Versare il latte e la panna in un pentolino, mescolare allo zucchero l’agar agar e i semi della vaniglia, unire al mix di latte e panna e portare a bollore,
cuocere per 3 minuti, spegnere e versare negli stampi,
lasciare intiepidire quindi riporre in frigorifero per non meno di 3 ore.

Per la composta di ciliegie:

300g di cilegie già denocciolate
2 cucchiai di zucchero di canna
1 tazzina di Vincotto Piceno
1 piccolo rametto di rosmarino (la punta di un rametto contenente una decina di aghi)

Lavare le ciliegie, tagliarle a metà e privarle del nocciolo,
metterle in una padella e cospargerle con lo zucchero, 
lasciar macerare per 30 minuti,
metterle sulla fiamma e cuocere fino a che lo zucchero è sciolto e comincia a diventare sciropposo, sfumare col Vincotto, aggiungere il rosmarino e cuocere fino a che il fondo di cottura sarà ristretto, denso ma le ciliegie ancora abbastanza integre, se vedete che cominciano a sfaldarsi toglietele e continuate la cottura del solo sciroppo,
togliere il rosmarino e trasferire in un vasetto pulito, conservare fino al momento dell’utilizzo.

Sformare la panna cotta dagli stampi e disporre ogni savarin sul piatto del commensale, irrorare con le ciliegie e il loro succo e servire, se la composta è a temperatura ambiente o leggermente tiepida il contrasto con la panna cotta fredda è molto piacevole.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *