OVETTI RIPIENI DI MOUSSE LEGGERA AL CIOCCOLATO, LIME E COCCO

 

Forse sono un po’ in anticipo ma questi ovetti secondo me potrebbero essere una bella idea per la prossima Pasqua, prima di pensare al dolce vero e proprio che mi ordinerà la nipote come tutti gli anni li ho serviti a un dopo cena agli amici che hanno gradito molto!
Sono facilissimi e la mousse è una nuvola, oltre che particolare con la freschezza del lime.
A proposito della mousse devo confessare di avere chiesto un consiglio a Pinella, lei oltre che bravissima è anche di una generosità rara, se hai bisogno ti aiuta subito e appena le ho descritto quello che avevo in mente mi ha consigliato questa mousse leggera e non avevo nessun dubbio sulla sua bontà.
Io l’ho poi arricchita con il lime e il cocco e oltre che preparare gli ovetti con questi stampi di Pavoni ho fatto dei bicchierini usando la frolla sbriciolata per dare croccantezza e qualche ricciolo di cioccolato fondente.

 

 

 

Read more

TERRINA IN CROSTA CON CONIGLIO, LARDO E FEGATO per MTC64

 

Ogni mese la stessa storia!
Ogni mese sono messa a dura prova!
Ogni mese la solita domanda: salto?
E ogni mese invece rimango invischiata in questo gioco che ormai chiamarlo gioco è alquanto riduttivo viste le ricette proposte, i temi del mese, gli approfondimenti, mica robetta eh!

Come se non bastasse mi sono ritrovata a mangiare due fette di terrina in crosta al mattino alle 10, si davvero, dovevo fare le foto (che fra parentesi non mi sono mai venute tanto brutte come in questa occasione) ed ero curiosa come una scimmia, non ho mai fatto una terrina in vita mia, in crosta ho fatto il salmone, memoria di quella cucina innovativa degli anni ’70 e ’80, polpettoni, cotechini, filetti, ma una terrina mai e oltretutto con dentro del fegato che evito come la peste, che già nel doverlo pulire e tagliare mi ci sono voluti tutti i santi del paradiso!
Ebbene la curiosità ha prevalso e ad occhi chiusi ho dato il primo morso, poi il secondo, poi ho provato l’olio aromatico e sono andata con la seconda fetta, non potevo crederci!

Naturalmente parlo di MTC che questo mese grazie a Giuliana ci ha portato nel mondo delle terrine, un mondo vasto e fonte di mille idee, più o meno gelatinate, più o meno incrostate, avvolte da grasse pancette o da più salutari verdure.
Ecco, io detesto i cibi in gelatina e prima di leggere tutto l’articolo sul blog di Giuliana mi è venuto un brivido freddo, non ci fosse stata l’alternativa della terrina in crosta avrei sicuramente saltato, poi incredibile ma vero fra le mille mila caccavelle che ho la terrina mi manca, parlo di quella con il coperchio col buchetto, tanto per dire quanto questa preparazione sia nelle mie corde.
Ma la versione in crosta mi ha incastrata e partendo dalla pasta al vino che ormai ha preso il posto di briseè e altre grasso-dotate il neurone ha cominciato a mettersi in moto, si è collegato a delle ignoranti papille per capire cosa potesse stare bene con cosa, e ha partorito questa terrina.

 

 

 

 

Come da regolamento, cosa che io sbaglio sempre, le foto devono essere della terrina intera, qui sopra, della terrina tagliata a metà, qui sotto e ad inizio pagina le fette, che sono poi quelle che ho mangiato a colazione 😀 

 

 

Read more

DOLCE ALLE TRE CREME, CARAMELLO, CAFFE’ E PRALINATO

 

Questa è una ricetta della quale vado particolarmente fiera perchè è una delle poche che è venuta esattamente come la volevo e come l’avevo immaginata.
Certo questo stampo di Pavoni aiuta tanto, io lo trovo adorabile con quelle onde che si rincorrono e che ricordano quasi delle dune di sabbia.

L’idea è partita da una crema al caramello che ho letto sul blog di Alexandra, il resto è venuto da sè con accostamenti che vanno indiscutibilmente a braccetto, caramello, caffè e cioccolato con una nota di frutta secca data dalle noci pecan.
La preparazione può sembrarvi lunga e difficile ma se vi organizzate potreste anche fare una crema al giorno, dovendo fare ognuna un passaggio in freezer prima di unire la successiva vi gestite il tempo come meglio volete, il caramello liquido può essere preparato, conservato e poi scaldato alla giusta temperatura, lo stesso anche per la glassa che ricoprirà il dolce.
Io ho voluto fare dei piccoli decori in cioccolato ma potete anche ometterli e ricoprire interamente di glassa.

Read more