INSALATA DI CAVOLO CUORE DI BUE

 

 

Oggi vi lascio una non ricetta, un’insalata veloce, sana e saporita.
Non sto inventando niente, di insalate con mele e noci ce ne sono a centinaia, ma dato che ho da poco scoperto una varietà di cavolo che mi piace moltissimo eccovi la mia versione.
Il cavolo cuore di bue (almeno qui lo trovo con questo nome) è una varietà di cavolo cappuccio con una forma conica, compatto e con coste poco marcate, croccante, dolce e digeribile, buonissimo anche da consumare crudo come in questa insalata.

Read more

RISOTTO DI ORZO CON FETA MARINATA di Yotam Ottolenghi

 

 

Non vorrei annoiarvi con questa passione smisurata nei confronti di Yotam Ottolenghi, ma questa è un’altra delle sue ricette così facile e precisa che non potevo non postarla subito!
Tutto è nato mentre avevo in forno il suo tortino di cavolfiore e su Fb Elena mi dice che lei sta preparando questo orzo, sdeng, antenne immediatamente raddrizzate, mi dice che la ricetta è su Jerusalem, arisdeng, come mai mi è sfuggita?
Vado subito a cercarla e tempo di assicurarmi di avere in casa tutto il risotto d’orzo era già in padella!
Non lo chiamo orzotto perchè in realtà non è tirato classicamente col brodo ma cotto insieme al resto degli ingredienti e con la quantità di brodo indicata, che magari può sembrare un rischio: asciugherà troppo? Rimarrà troppo liquido?
Niente paura, la precisione di questo Chef comprende anche i tempi di cottura e non sbaglia un colpo.
Anche questa ricetta va di diritto nella pagina a lui dedicata che trovate qui

Read more

TORTINO AL CAVOLFIORE di YOTAM OTTOLENGHI

 

Altra ricetta del mio amatissimo Chef Ottolenghi ed altra ricetta azzeccata, precisa nelle dosi e nei passaggi, perfetta per chi non ama troppo il cavolfiore e lo mangia solo “nascosto”, e qui credetemi è nascosto molto ma molto bene!
La ricetta è presa dal libro Plenty more, io ho dovuto calare le dosi per non ritrovarmi con un mega tortino che seppur buonissimo avrei dovuto mangiarmi da sola per una settimana, vi riporto comunque le dosi originali e fra parantesi e in fondo al post le mie note personali.

Anche questa ricetta va nella pagina dedicata a Ottolenghi che potete trovare qui.

 

Read more