IDEE PER NATALE: ESTONIAN KRINGLE

 

Ed eccoci all’ultimo post prima delle feste natalizie, negli ultimi giorni vi ho proposto tante idee per dolci regali, vi ho sommersi di biscotti di ogni tipo e forma ed oggi invece vi faccio vedere cosa potete mettere sulla vostra tavola la sera della Vigilia insieme a pandoro e panettone, torroni e chi più ne ha più ne metta.
L’Estonian Kringle è un dolce lievitato molto carino nella forma e anche molto facile da eseguire, io ho arricchito la farcitura classica di burro, zucchero e cannella con pezzetti di mandarini canditi da me col metodo delle arance che trovate qui.
L’ho quindi decorato con qualche ribes rosso per richiamare la classica ghirlanda di Natale e non l’ho spolverato volutamente con lo zucchero a velo, cosa che farò solo al momento di servirlo.
La ricetta l’ho presa dal blog di Patrizia e lì potete vedere anche tutti i passaggi per la formatura.

Read more

BRIOCHE CON IMPASTO AL LEMON CURD

 

 

 

C’è voluto un contest fotografico al quale ho deciso di partecipare per farmi accorgere che non avevo ancora scritto la ricetta di queste brioche deliziose che hanno la particolarità di avere il lemon curd nell’impasto.
Come spesso mi succede la nascita di questa idea è partita da pensieri in libertà, avevo appena acquistato un vasetto di lemon curd (perdonatemi ma ogni tanto compro prodotti pronti anch’io) e riflettendo sugli ingredienti che lo compongono chissà come sono arrivata ad associare limoni-burro-uova ad una brioche. 
Direi che sono stata anche coraggiosa perchè già che coi lievitati sono sempre a rischio fallimento, provare poi mettendo il lemon curd in sostituzione ai suddetti ingredienti è stato veramente un salto nel buio!
Ma il coraggio a volte è premiato, sono delle piccole piume, delicate, profumate, non eccessivamente dolci così da poter essere spalmate di confettura a piacere senza diventare stucchevoli.

 

Read more

CHALLAH ROSE PER RE-CAKE

challah4

 

Mi approccio sempre in modo molto umile alle ricette della tradizione, se poi queste sono profondamente radicate nella religione e con significati precisi ecco che per me diventano inviolabili!
Perchè dico questo?
Perchè la challah è una di queste ricette, e come tale ha un suo senso che va dall’uso degli ingredienti alla forma.
Nella religione ebraica la challah è un pane leggermente dolce mangiato per lo Shabbat, il giorno di festa degli ebrei, ed è di forma intrecciata, solo in occasione del capodanno ebraico l’intreccio diventa rotondo per rappresentare gli anni che si susseguono.
Anche gli ingredienti seguono regole precise, infatti si usa olio e non burro in quanto la challah è consumata per accompagnare pranzi e cene e la religione ebraica vieta di mangiare di sabato latticini e carne insieme.
Questa dovuta premessa per dire che questa challah è formata in modo diverso, come vedete somiglia a una torta di rose, mentre l’impasto segue fedelmente la regola dell’olio al posto del burro.

E’ la ricetta che Re-Cake ha proposto questo mese,  l’originale è stata presa dal blog Metukimsheli

Read more