GALETTE ALLE PESCHE di OTTOLENGHI

 

Prima di cominciare a scrivere di questa ricetta solo una raccomandazione: andate a procurarvi le ultime pesche di stagione e fatela!
Un’altra ricetta di Ottolenghi, un’altra ricetta precisa, perfetta, buonissima, anche nei dolci quest’uomo non ne sbaglia una.
Ho letto questo articolo tempo fa ma un po’ perchè mi scocciava tradurre dall’inglese un po’ perchè avevo sempre altre ricette da fare è andata nel dimenticatoio fino a quando la vedo su Fb fatta da un’amica e decido che devo provarla immediatamente prima che non si trovino più pesche.
Come base poi ho voluto sperimentare la pasta al vino ma in versione dolce, è stato un azzardo perchè avrei potuto rovinare tutto ma una vocina mi diceva che sarebbe venuta buona e infatti l’ho promossa a pieni voti, è una pasta friabile e leggera, facilissima da fare e da stendere, credo che la userò spesso. 

Read more

CROSTATA con FROLLA AL MAIS, CREMA con UOVA INTERE e ALBICOCCHE SCIROPPATE

 

Un titolo che non finisce più ma volevo che puntasse l’attenzione sulle tre cose principali che compongono questa crostata:
una frolla meravigliosa con farina di mais Fioretto di Omar Busi che ho preso dal blog di Pinella, una crema con uova intere così da risparmiarci l’esubero di albumi che non sappiamo mai come utilizzare e delle albicocche sciroppate fatte in casa.
Io che non amo molto le crostate questa me la sarei mangiata tutta, buona ma buona davvero, la frolla è rimasta fragrante nonostante l’abbia tenuta in frigorifero per due giorni prima di servirla, la crema è delicata e la frutta non troppo dolce e stucchevole come purtroppo è quella comprata.

Ho usato una parte di frolla per uno stampo da crostata “furba” da 24cm e con il resto ho preparato dei biscotti, a distanza di una settimana chiusi in una scatola di latta sono ancora perfetti, ne sto mangiando uno proprio adesso!

 

 

Read more

CROSTATA AL FLAN DI AMARENE SCIROPPATE

 

Eccoci arrivati al we e come sempre devo pensare al dolce da offrire alle amiche che verranno stasera.
A dire il vero se faccio mente locale mi accorgo che non ho mai ripetuto una torta, se all’anno ci sono 52 settimane io all’anno solo per il sabato ho preparato 52 dolci diversi, senza contare che magari ne facevo uno anche per la domenica, quelli per le festività, quelli per una visita improvvisa.
Se Paganini non ripeteva io sono una sua degna allieva e le mie amiche, lasciatemelo dire, sono delle “ragazze” fortunate 😉 

Questa crostata l’avevo fatta ben 6 anni fa per un contest, allora avevo usato una base di frolla all’olio e avevo preparato delle mono porzioni, a guardare il vecchio post mi viene da sorridere, a parte le foto che non riuscivo a mettere a fuoco una mazza mi colpisce l’entusiasmo di allora, quanta voglia c’era di scoprire questo mondo al quale mi stavo approcciando.
Come avevo scritto allora lo riscrivo adesso, la ricetta è stata trovata in rete ma non mi ricordo di chi fosse, se qualcuno la riconosce come sua me lo dica e citerò senz’altro la fonte.

Read more