RAVIOLI ALLE CIME DI RAPA con CREMA DI PATATE e COLATURA DI ALICI

 

Non vi sembra la stagione adatta per la pasta ripiena? Troppo caldo, voglia di piatti freddi, insalate, sughi veloci?
Beh sappiate che qui i cappelletti (in brodo) si mangiano anche a ferragosto, per dire!
E da buona emiliana quale sono per me ravioli, tortelli, tortellini e compagnia bella non conoscono stagioni, se mi viene voglia impasto un paio d’uova di sfoglia e via, pronti, anche se fuori ci sono 40°.
Per questi ravioli ho preferito fare una pasta con sola acqua e farina perchè secondo me si prestava di più ad essere condita con la crema di patate e la colatura di alici, le dosi che vi riporto sono per 2 persone.

Read more

MELANZANE ALLA CHERMOULA, BULGUR E YOGURT di Yotam Ottolenghi

 

Ancora lui, ancora una ricetta di Ottolenghi e ancora una volta una ricetta precisa nelle dosi e buonissima.
Anche questa va ad allungare la lista della pagina a lui dedicata, ho deciso di raccogliere lì tutte le sue ricette per una maggior comodità di lettura, vi garantisco che non ce n’è una da scartare e ne ho tantissime pronte per essere postate così come ne ho tante da provare.

La chermoula è una marinata usata per carne e pesce, in questo caso va a condire le melanzane prima di cuocerle in forno, abbinate poi al bulgur vi permetteranno di avere un delizioso piatto unico che potrete gustare anche a temperatura ambiente.

Read more

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON ZUCCHINE E POMODORINI AL FORNO

 

Detesto sprecare il cibo, trovo sia una cosa scandalosa e immorale e per questo appena posso riciclo tutto quello che mi è possibile riciclare.
Se ho delle verdure cotte e non mi va più di mangiarle le metto all’interno di una frittata o di una torta salata, spesso nei ripieni dei tortelli, allo stesso modo faccio con la carne che peraltro mangio pochissimo, col pesce, preparo delle polpette o un sugo per la pasta.
Questi spaghetti sono frutto di due avanzi, anzi tre se conto un paio di zucchine che stavano morendo in frigorifero: mentre preparavo dei ravioli mi è rimasta della pasta così invece delle classiche tagliatelle ho tirato fuori la chitarra e via, eccoli pronti, avevo dei pomodorini cotti al forno residuo del tomato party, dovevo solo cuocere le zucchine e mi sarei mangiata un piattino niente male, e così è stato.
Dei ravioli vi parlerò prossimamente, adesso vi lascio questa ricetta e naturalmente non siete obbligati a farvi la chitarra in casa, usate la pasta che preferite.

Read more