focaccine veloci alla farina di segale e semi misti

dopo un veloce sondaggio su fb su quale post scrivere, sondaggio che non ha visto ricette vincitrici ma a pari merito, ho pensato che al posto del cous cous che era nelle mie intenzioni da subito era meglio dare questa idea, perchè?
perchè è una rivisitazione di queste focaccine velocissime e visto che ci avviciniamo al fine settimana sarebbero perfette se avete una cena o un pranzo della domenica.
sono perfette sia con il salume che spalmate di burro con una fettina di salmone affumicato, inoltre durano tantissimo, conservate in un sacchetto di plastica io le ho mangiate fino a quattro giorni da quando le ho sfornate ed erano ancora buone, certo meno fragranti ma ugualmente gustose!

e poi siccome in questi giorni devo essere veloce anch’io perchè il 93enne è in ospedale, ecco qua la ricetta senza tante altre parole!

FOCACCINE ALLA SEGALE E SEMI VARI:


200gr di farina di segale
150gr di farina 0
2 cucchiai di semi misti
140gr circa di acqua
1 bustina di lievito istantaneo per torte salate
100gr di olio evo
sale fino

mescolare le farine insieme al lievito e al pizzico di sale, unire l’olio tranne un paio di cucchiai e tanta acqua quanto basta a formare un’impasto morbido ma non appiccicoso,
unire i semi ed impastare fino ad amalgamarli bene,
stendere l’impasto sul tagliere e tirarlo col mattarello ad uno spessore di mezzo centimetro, con un coppapasta da 7cm tagliare le focaccine e metterle sulla placca foderata con cartaforno,
spennellarle con un’emulsione fatta con l’olio rimasto e acqua, spolverare con poco sale fino e qualche seme di zucca salato,
infornare a 220° per 10-15 minuti.
come si vede dalla foto le mie le ho cotte un pò troppo, colpa mia che devo sempre fare mille cose in una volta sola e di conseguenza, ma credetemi che neanche così hanno perso in bontà!
e il cous cous?
eccolo, alla prossima!

le focaccine con farina di ceci di Aurelia

vi chiederete se mi sono ammattita a postare per due giorni consecutivi, vi rispondo subito che normale del tutto non la sono no, ma queste focaccine le ho viste ieri sera da Aurelia, le ho preparate velocemente così come velocemente me le sono gustate e altrettanto velocemente voglio proporvele perchè sono deliziose!
in verità devo dire che ho avuto purtroppo la conferma che non digerisco la farina di ceci, ne avevo avuto il dubbio usandola altre volte e ieri sera è stato definitivo, ma non per questo rinuncerò a questa ricetta, cambierò l’ingrediente e la rifarò!
FOCACCINE CON FARINA DI DECI:
ricetta di Aurelia Bartoletti:
150gr di farina di ceci
200gr di farina 00
140gr di acqua circa
1 bustina di lievito per torte salate
1dl di olio evo
sale fino e sale grosso
aghi di rosmarino
prosciutto crudo di Parma
pecorino toscano
mescolare le farine insieme al lievito e al pizzico di sale, unire l’olio tranne un paio di cucchiai e tanta acqua quanto basta a formare un’impasto morbido ma non appiccicoso,
stenderlo sul tagliere e tirarlo col mattarello ad uno spessore di mezzo centimetro, con un coppapasta da 7cm tagliare le focaccine e metterle sulla placca foderata con cartaforno,
spennellarle con un’emulsione fatta con l’olio rimasto e acqua, spolverare con qualche granello di sale grosso e gli aghi di rosmarino tagliuzzati,
infornare a 220° per 10-15 minuti.
servire col prosciutto e il formaggio.
che vi dicevo, di una velocità che invita subito alla prova, dai, cosa aspettate??

focaccia dolce della sciùra Maria, in ritardo per quanti modi di fare e rifare!

se c’è un difettaccio che mi contraddistingue ahimè è il non riuscire ad osservare le scadenze!
non scadenze di bollette e pagamenti vari, ma gli appuntamenti fissi!
non tollero gli orari, le date e l’impegno che essi comportano, è un difetto che però nasconde desiderio di libertà da certi “paletti” che la vita bene o male impone!
devo andare dal parrucchiere?
passo e chiedo se ha tempo, se no vado a casa e mi arrangio, non prendo mai l’appuntamento perchè SO che quel giorno sicuramente mi verranno in mente mille cose da fare oltre che andare a farmi la tinta!
devo iscrivermi a una palestra o ad un corso?
appena iscritta mi prende l’ansia al pensiero che il tal giorno e al tale orario dovrò essere lì!
in tutto ciò rientrano anche le scadenze dei contest o degli appuntamenti fissi a cui partecipo che al contrario servono a dare maggiore ordine alla mia tendenza all’anarchìa!
ma questa volta no, questa volta causa il rientro dalle ferie e tutto il daffare che ne consegue l’appuntamento mensile con il Quanti modi di fare e rifare è finito proprio nel dimenticatoio!
me ne sono ricordata solo quando su fb ho visto le ricette pubblicate nel gruppo dedicato e sono corsa subito ai ripari perchè oltre che una mancanza di rispetto verso Anna ed Ornella che tutti i mesi si danno da  fare perchè questa iniziativa continui a regalarci ricette da preparare in compagnia, questa focaccia consigliata da Vittoria non me la volevo perdere e avevo ragione, è una focaccia da fare e rifare variando la frutta a seconda della stagione e sarà sempre ottima!
la bontà di questa focaccia è testimoniata dalla foto fatta a tavola senza avere tempo di allestire nessun set, i miei erano lì in famelica attesa di papparsela tutta!
mangiata appena sfornata e lasciata intiepidire è eccezionale, la crosta leggermente caramellata e croccante è libidine pura, provatela!
per praticità copio-incollo la ricetta dal blog di Vittoria, io ho fatto la versione col lievito di birra ma da lei trovate anche la versione col lievito essiccato.
fra parentesi le mie aggiunte:
FOCACCIA DOLCE AI FICHI; LAMPONI CANDITI E ROSMARINO:
della sciùra Maria

  • 175 gr di farina tipo 0
  • 175 gr di farina tipo 00
  • 3/4 di mela golden (100 gr) (io 4 fichi)
  • una manciata di uvetta (70 gr) (io lamponi canditi)
  • (vino per ammollare i lamponi)
  • un cucchiaio di olio
  • 7 gr  di sale 
  • 15 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di zucchero per l’impasto (io 1 cucchiaio)
  • 110 gr di acqua
  • qualche ago di rosmarino tagliuzzato 
  • burro e zucchero per la copertura (circa 50 gr di burro e 2 o 3  di cucchiai di zucchero)



Procedimento:

Nella planetaria ho sciolto il lievito di birra con 50 gr di acqua appena tiepida e il cucchiaino di zucchero, ho aggiunto gradatamente le farine, 30 gr di acqua, olio ed infine sale. Ho lavorato bene ed ho inserito la mela tagliata a pezzettini aggiunto l’acqua (30 gr) controllando quanto liquido richiedeva l’impasto tenendo conto dell’umidità della mela . Ho infine aggiunto il rosmarino e luvetta  i lamponi ammollati e strizzati, tolto dalla planetaria, fatto un paio di pieghe e messo a lievitare per 2 ore  
Trascorse le due ore ho steso l’impasto e l’ho coperto con i fichi a rondelle, ho cosparso la superficie con burro e zucchero e lasciato lievitare per 1 ora
Ho infornato nella parte bassa del forno a 250° per 5 minuti e poi nella parte centrale a 200° per 20-25 minuti circa fino a vedere la superficie caramellata.