gelato allo zenzero con salsa ai frutti rossi e grappa per l’mtc

ed eccoci con un’altro gelato ma niente paura, questa volta è un classicissimo gelato dolce con un’abbinamento fresco e colorato.
sono rimasta su una base di crema profumata allo zenzero.
adoro lo zenzero e non potevo non provarlo nel gelato, dopo averlo messo praticamente dappertutto mi mancava solo questa occasione e non me la sono fatta scappare!
per la ricetta della crema base mi sono attenuta alla ricetta di Mapi che ha avuto l’idea del gelato per l’Mtc di questo mese, ho solo dimezzato lo zucchero perchè per me era un pò tanto, sia per il mio palato che per mio marito e mio figlio, purtroppo entrambi trigliceridi alti muniti!
da perfetta tonta quale sono ho dimenticato di fare la foto completa delle lingue di gatto che ho preparato per l’occasione con gli stessi frutti rossi disidratati in forno a bassa temperatura per lungo tempo, ma le foto dovevano essere fatte di corsa per non far squagliare il gelato (cosa che invece è successa) e l’ansia era a mille!
GELATO ALLO ZENZERO CON SALSA AI FRUTTI ROSSI E GRAPPA:
300gr di latte di soia
150gr di zucchero
250gr di panna fresca
3 tuorli
1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato 
per la salsa ai frutti rossi e grappa:
400gr fra lamponi e ribes rossi
1 cucchiaio scarso di zucchero
1 bicchierino di grappa morbida (io di moscato)
preparare la crema inglese per il gelato,
montare i tuorli con lo zucchero e nel frattempo far bollire il latte con lo zenzero grattugiato, quando i tuorli saranno ben gonfi versarvi il latte mescolando, trasferire il composto nel pentolino e cuocere mescolando fino ad 85° o fino a che la crema vela il cucchiaio,
a questo punto raffreddare velocemente la crema immergendo il pentolino in acqua ghiacciata continuando a mescolare, 
metterla in un contenitore con coperchio e lasciarla in frigorifero un’ora o anche più,
riprendere la crema ed aggiungere la panna mescolando fino a che sarà perfettamente inglobata, 
trasferirla in un contenitore rettangolare con coperchio e metterla in freezer per 60-90 minuti,
riprendere la crema e dare una frullata con le fruste elettriche per rompere i primi cristalli di ghiaccio, rimettere in congelatore e ripetere questo passaggio per altre due volte, 
alla terza e ultima volta mettere il gelato in una vaschetta apposita coperto da un foglio di cartaforno a contatto che eviterà la formazione di cristalli di ghiaccio e riporre in freezer per 30-60 minuti,
prima di servirlo lasciarlo 20 minuti in frigorifero.
preparare la salsa mettendo in una padella lo zucchero e un cucchiaio di acqua, unire i frutti rossi e cuocerli per un paio di minuti, sfumare con la grappa e finire la cottura fino a che saranno completamente disfatti,
passarli al colino per togliere i semi,
servire il gelato nelle coppe con la salsa calda e qualche frutto intero, accompagnare con le lingue di gatto preparate così:
3 albumi
100gr di burro
100gr di zucchero a velo
100gr di farina
ho messo tutto nel bimby e ho fatto andare 50 secondi a velocità 8, ho messo un foglio di cartaforno sulla placca e ho riempito una sac a poche col composto, ho fatto delle strisce larghe un dito e lunghe circa 12-13cm, le ho cosparse con qualche frutto rosso disidratato e tagliuzzato (ma anche no) e cotto a 180° per 15 minuti, a fine cottura ho avvolto le strisce sui cilindri per cannoli e lasciate fino a che si sono raffreddate.

questa è la mia seconda proposta per l’Mtc di Luglio, ce ne sarà anche una terza? forse…….

coppe di yogurt alle composte di frutta

ODIO IL CALDO!!
lo grido e lo sottolineo pure
ODIO IL CALDO!!!!!

io davvero rimango basita e anche un pò invidiosa quando vedo persone che alle tredici sotto un sole a picco se ne girano tranquillamente per la città senza nessun segno di sfinimento, nessuna gocciolina di sudore che trasuda dai pori, nessuna pezza ascellare, truccate perfettamente senza un filo di sbavatura del mascara (vabbè, useranno il waterproof!)!
IO?
io mi chiudo in casa come il paguro eremita, sudo anche con il climatizzatore a 20°, ho la pressione da morta che cammina, appena metto il naso fuori sudo che sembro appena uscita dalla doccia, se mi trucco a forza di tamponarmi il viso mi trasformo in un dalmata, tutta a chiazze, alterno il sudore per il caldo a quello delle caldane da menopausa, per trovare un pò di sollievo giro con la bicicletta, ma voi sapete qual’è la reazione del post-pedalata?? esatto, un fiume che straripa, esplodi di calore!
poi mettiamoci anche il favoloso clima della Valpadana, umido e appicicaticcio che ti dà l’impressione costante di respirare acqua anzichè aria e siamo a posto!
a parte le mie piccole disavventure coi miei pori sudoriferi il mio pensiero in questi giorni va ancora di più ai miei vicini terremotati, conosco perfettamente il nostro clima ed è micidiale, anche ad esserci abituati ti stronca, ti affatica, ti disitrata perchè l’umidità impedisce una traspirazione adeguata.
ricordiamoci sempre di loro, grazie!
e saltando di palo in frasca torniamo alle cose leggere, e qui sono davvero leggere.
un fine pasto o una merenda freschi e sani, due minuti e sono pronti in tavola.
cosa serve?
solo yogurt bello denso e frutta, poi metteteci spezie ed erbe a vostro piacere ed avrete un dessert tutto da gustare!
l’idea iniziale l’ho rubata a Libera, io ho apportato le mie varianti!
YOGURT CON ALBICOCCHE ALLA LAVANDA E PEPE LUNGO:
per 3 persone

500gr di yogurt denso
10 albicocche
1 cucchiaio di miele d’arancio
3 fiori di lavanda secchi
in un padellino sciogliere a fuoco basso il miele coi fiori di lavanda interi, toglierli lasciando i petali che si saranno staccati e aggiungere le albicocche lavate e tagliate a spicchi o a cubetti, far saltare 2-3 minuti e spolverare con mezza bacca di pepe lungo, spegnere e lasciare intiepidire,
versare lo yogurt nei bicchieri o nelle coppette e servire con sopra la composta di albicocche.

YOGURT CON MORE, LAMPONI E KIWI GOLD ALLA MENTA:
per 3 persone:

500gr di yogurt denso
1 vaschetta di more
1 vaschetta di lamponi
3 kiwi golden
1 cucchiaio di miele d’arancio
menta secca o fresca
mettere a sciogliere nel padellino il miele, sbucciare e tagliare a cubetti i kiwi e saltarli in padella insieme alle more e ai lamponi per 2-3 minuti, spolverare con la menta secca o tagliuzzare la fresca e servire con lo yogurt.
più veloce, fresco e leggero di così credo ci sia solo l’acqua del frigorifero! ^_^
la ricetta dello yogurt alle albicocche la mando al contest di Cinzia e Valentina che questo mese è dedicato alla cucina coi fiori!

e naturalmente la metto nella mia raccolta. aspetto anche le vostre, mi raccomando!

torta allo yogurt simil cameo nel bicchiere, rimessa in gioco per Fabiola

una settimana dall’ultimo post, credo di non essere mai stata così tanto senza postare a parte ferie o altri problemi!
è stata comunque una settimana difficile, sappiamo tutti le tragiche notizie di Brindisi e del terremoto.
non voglio parlare della paura che ho avuto, ci sono persone che pagherebbero per avere preso solo un grande spavento e invece purtroppo hanno perso familiari e casa!
vorrei poter fare di più, offrire loro una camera, pasti caldi, ma purtroppo non posso farlo e mando un abbraccio virtuale a chi sta vivendo questi momenti terribili!

passo subito alla ricetta senza dilungarmi troppo, voglio spaparanzarmi sul divano a guardarmi Dr House!

ho rifatto questa simil cameo allo yogurt in occasione del compleanno di mio marito, la vecchia ricetta è qui e la ripropongo per la raccolta di Fabiola.
non ho mai fatto mistero di quanto mi piace questa idea, trovo che guardando indietro si possono vedere i miglioramenti fatti nel corso del tempo, capire quali errori non avevano dato il risultato sperato e cercare di correggerli.
non parlo delle foto perchè anche se importanti riguardano un’altro discorso, parlo delle ricette in sè, delle tecniche che si sono sempre più affinate, del modo di presentare con più gusto con abbinamenti più indovinati.
vorrei rimetterne in gioco di più ma le ricette si accumulano e il tempo per postarle non basta mai!

i piccoli cambiamenti di questo dolce sono pochi ma evidenti:
al posto di una torta unica ho fatto dei bicchierini e come fondo invece dei classici biscotti e burro ho usato del riso soffiato e una ganache di cioccolato alla menta.
ho sostituito il topping alle fragole con dei lamponi e delle more ed ecco qua il risultato, un dolce fresco, leggero e piacevolmente asprigno.

vi dico come l’ho fatto, per la ricetta originale e la presentazione a colori fluo guardate qui!!

BICCHIERINI ALLO YOGURT, MORE, LAMPONI E CIOKORI’ ALLA MENTA:


per il fondo:
40gr di riso soffiato
70gr di cioccolato fondente
30gr di cioccolato alla menta
50gr di panna

sciogliere i cioccolati a bagno maria o al micro, aggiungere la panna, mescolare per amalgamare bene ed unire la crema al riso soffiato,
fare uno strato di circa 1cm sul fondo dei bicchierini e mettere in frigorifero.

per la crema:
250gr di yogurt bianco denso
250gr di panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo
2 fogli di colla di pesce

mescolare lo yogurt e lo zucchero a velo,
mettere a bagno la colla di pesce,
montare la panna ben ferma,
sciogliere in un pentolino la colla di pesce con 2-3 cucchiai di yogurt, versare nel restante yogurt ed unire la panna montata mescolando dal basso all’alto per non smontarla,
mettere la crema in una sac a poche e versarla nei bicchierini, rimettere in frigo.

per il topping:
125gr di more
125gr di lamponi
1 cucchiaio di zucchero a velo
1 cucchiaino di maizena
succo di limone

tenere da parte 4 more e 16 lamponi e frullare i rimanenti,
metterli in un pentolino con lo zucchero a velo, la maizena e il succo di limone e farli cuocere fino a che si addensano, filtrarli e farli raffreddare,
una volta freddi versarne un paio di cucchiai sulla crema di yogurt, rimettere in frigo e al momento di servire decorare con una mora al centro, 4 lamponi, una fogliolina di menta e una sfoglia di cioccolato alla menta (o after eight).

note:
* ho fatto 4 bicchierini, la dose della crema e del topping erano precise mentre il ciocorì è avanzato, poco male, l’ho steso fra due fogli di cartaforno e ne ho ricavate delle barrette, potranno servire come guarnizione per un’altro dolce o come snack per un’improvviso calo di zuccheri!

* ho usato delle sfoglie di cioccolato alla menta che mi sono state regalate, sostituitele con gli after eight, non farà nessuna differenza!

* l’aggiunta della panna nel cioccolato è per evitare che una volta messo in frigorifero diventi troppo duro e per evitare scene del tipo scalpello e martello per rompere la base!

spero che questa nuova versione vi sia piaciuta, la mando a Fabiola aspettando di rimettere in gioco qualcos’altro il mese prossimo!



partecipo anche alla raccolta colorata di Cinzia e Valentina che questo mese ci ospita a casa sua!