fattorie fiandino: risotto al lou blau, mascarpone e noci in cestini di gran kinara

per fortuna ho tante ricette che aspettano di essere postate perchè in questa specie di limbo in cui mi trovo la voglia di pensare e dedicarmi alla cucina è pari alla voglia che ho di ridere, sotto ai piedi!
ma ci sono per fortuna persone che ti insegnano tanto, ed è proprio da quella più colpita da questa terribile situazione che voglio imparare ed essere serena, per lei, per lui!
perciò eccoci a questo risotto che mio malgrado non sono riuscita a rendere nella foto per quello che è, di una cremosità quasi vellutata, ma voi fidatevi che lo è davvero, lo dicono gli ingredienti stessi!
pochi ingredienti ma di qualità, noci di Noceto, mascarpone home made e un fantastico Lou Blau delle Fattorie Fiandino, un formaggio erborinato a base di caglio vegetale.
e per servirlo ho preparato dei cestini di Gran Kinara, un’altra specialità Fattorie Fiandino.
RISOTTO AL LOU BLAU, MASCARPONE E NOCI:

300gr di riso carnaroli o vialone nano
100gr di Lou Blau Fattorie Fiandino
100gr di mascarpone home made (o comprato)
una decina di noci sgusciate e spezzettate
una piccola cipolla
carota, sedano, patata
olio o burro, sale
Gran Kinara Fattorie Fiandino grattugiato
preparare il brodo vegetale con carota, sedano e una patata, salare a piacere e cuocere per 30 minuti (se preferite potete usare anche solo acqua bollente salata),
preparare i cestini spolverando il fondo di un padellino antiaderente col Gran Kinara grattugiato, appena il formaggio fonde e diventa dorato togliere delicatamente la cialda e appoggiarla su un bicchiere capovolto per dare la forma, proseguire per il numero dei commensali.
sgusciare e spezzettare le noci,
mescolare insieme i formaggi fino ad ottenere un composto cremoso,
tritare molto finemente la cipolla e rosolarla in un fondo di olio (se non avete problemi coi grassi usate pure il burro, io per non appesantire troppo data la presenza dei formaggi ho preferito l’olio),
versare il riso e farlo tostare, quando sarà traslucido cominciare ad aggiungere il brodo caldo e portarlo a cottura aggiungendo di mano a mano il brodo, 
a circa 5 minuti prima della fine cottura togliere la pentola dal fuoco e unire la crema di formaggi, mescolare fino a che saranno completamente sciolti quindi aggiungere le noci,
aggiustare di sale e servire nei cestini preparati in precedenza.
note:
i cestini sono soprattutto coreografici, a casa nostra per avere una porzione soddisfacente li avrei dovuti raddoppiare come dimensione, se non volete farli potrete lo stesso preparare le cialde da spezzettare sopra al risotto una volta servito, daranno una bella e buona croccantezza.
riguardo il brodo, nei risotti a base di formaggi o verdure non uso mai il brodo di carne, preferisco prepararne uno vegetale se non addirittura solo acqua bollente e salata, non mi piace che il sapore del risotto venga coperto dal liquido di cottura, altro discorso per risotti dai sapori più decisi o a base di pesce in cui preparo il brodo con gli scarti stessi del pesce usato.
lo stesso discorso per il vino, in questo caso non l’ho messo perchè non volevo che si sentisse la nota acidula che rimane dal vino evaporato, volevo un risotto dolce e cremoso in cui spiccasse il Lou Blau.

torta rovesciata all’ananas, mascarpone e cocco

due anni!

due anni che questa torta era lì in attesa!

ho una pessima abitudine, quella di cucinare molto e di non voler postare troppo, ho paura di essere troppo invasiva, di stancare con le troppe ricette, e così finisce che ne accumulo tantissime e che poi naturalmente le dimentico, o magari nello scorrere la cartella delle foto mi dico “uh, devo postare questa” e poi subito dopo c’è un contest, un’appuntamento mensile………insomma, questa torta meravigliosa è caduta nel dimenticatoio e con molto rammarico direi, perchè è arci buona!

nata per smaltire del mascarpone home made che non volevo assolutamente buttare – ormai il mascarpone home made credo non sia una novità ma ve ne parlerò comunque perchè è di una bontà eccezionale – e una scatoletta di ananas che avevo preso chissà perchè e per cosa, e volendola arricchire con un pò di cocco che con l’ananas a me fa impazzire!

TORTA ROVESCIATA AL MASCARPONE, COCCO E ANANAS:


170gr di farina 00
60gr di cocco rapè
130gr di zucchero
150gr di mascarpone
2 uova
4 cucchiai di olio di semi
2 cucchiai di rum
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

una scatoletta di ananas
zucchero muscovado o di canna
burro

in una larga padella far sciogliere il burro e unirvi le fette di ananas, spolverare con lo zucchero e far caramellare, tenere da parte,
in una terrina sbattere le uova con lo zucchero senza montarle, unire l’olio, il rum e un pò del succo di ananas,  il mascarpone sbattendo con la frusta a mano per renderlo cremoso, aggiungere la farina, il cocco, il lievito e il pizzico di sale.
foderare una tortiera da 24cm con carta forno o se si preferisce imburrarla bene, disporre l’ananas con il suo caramello e versarvi sopra l’impasto, cuocere a 180° per 40 minuti o come da prova stecchino, il mio forno è molto caldo e non so darvi i tempi precisi.
lasciare raffreddare e sformare.

note:
per chi avesse il bimby mettere tutti gli ingredienti nel boccale e impostare la velocità a 4 per 40 secondi.
se non si vuole usare l’ananas penso che andrebbero bene anche delle pere o delle mele, e perchè no, anche delle banane che anche loro col cocco e col rum ci vanno a braccetto!

la fettona in primissimo piano credo parli da sola, che dite?


briseè al vino con gorgonzola e mascarpone, pere, noci e un filo di dolce

che a me piacciano certi accostamenti un pò azzardati si sa, non eccessivamente strani o stridenti ma quel certo agrodolce, quell’usare il salato con un intrusione zuccherina e viceversa si, i tortelli di zucca con gli amaretti e la mostarda, le prugne o i fichi nelle farce dei volatili, le mele o le pesche nel filetto di maiale, il caramello salato su un voluttuoso dolce al cucchiaio.

ma quando Rigoni di Asiago si mette in testa di indire qualche contest coi suoi prodotti a tema rigorosamente  salato un pò in crisi ti ci manda!
accostare le loro buonissime Fior di frutta a un risotto prima e a una torta salata adesso non è stata proprio una passeggiata nella banalità!
ma dopo essere riuscita a fare un risotto buonissimo con il loro Fior di frutta agli agrumi mi sono sentita pronta ad affrontare anche questa sfida, la ricetta non era un problema perchè è una torta salata che faccio spesso e piace sempre molto, l’uso del Fior di frutta giusto è stata una conseguenza quasi matematica:
formaggio con le pere un must
mostarda di fichi coi formaggi idem
= questa ricetta:

BRISEE’ AL VINO CON GORGONZOLA E MASCARPONE, PERE, NOCI, FIORDIFRUTTA AI FICHI:


per la pasta briseè al vino:

300gr di farina 0
100gr di vino bianco secco
80gr di olio d’oliva o se volete un gusto più neutro di semi
sale

impastare , formare una palla e farla riposare in frigo almeno 30 minuti

per la farcia:

150gr di mascarpone
100gr di gorgonzola
1 pera grande
2 cucchiai di parmigiano
noci

Fior di frutta ai fichi Rigoni di Asiago

mescolare insieme il mascarpone e il gorgonzola, unire un cucchiaio di parmigiano,
spezzettare 50-60gr di noci,
affettare la pera,
stendere la pasta e foderare una teglia con cartaforno, adagiare la pasta, stendere un paio di cucchiai di Fior di frutta ai fichi e cospargere con 2/3 delle noci e il restante cucchiaio di parmigiano,
aggiungere la crema di  formaggi, disporre le fette di pere e spolverare con le noci rimaste,
cuocere a 180° per 40 minuti.

mio figlio è un amante delle cose nuove e dei sapori inaspettati come me, ma mio marito è superultratradizionalista e quando metto in tavola qualcosa che per lui so essere un pò troppo azzardato trattengo il respiro mentre assaggia il primo boccone, e a sentirlo dire “buona eh” ok, la ricetta è giusta!!

e con il benepalcito del marito partecipo al contest di Rigoni di Asiago, e chissà la prossima volta cosa si inventeranno!!