apple, hazelnut and oat cake, cake alle mele, nocciole e avena

 
 

c’è un gruppo su fb che ogni mese replica seguendo precise regole dolci presi dal web, un gruppo pericoloso, che induce in tentazione!
devo dire che se pur iscritta non ho mai partecipato, tenere dietro a tutto mi è difficile, se seguo il blog non seguo i gruppi, se seguo i gruppi mi perdo in ore davanti al pc, se sto davanti al pc è inevitabile che tutto il resto vada a ramengo.
ma questo mese c’è da fare un cake che al primo sguardo mi ha fatto innamorare, alternativo, con farine che non si usano abitualmente (almeno io), profumato di spezie e croccante di nocciole che adoro!
nonostante io detesti visceralmente le torte di mele….non linciatemi…..questo cake mi ha fatto capitolare e ho voluto farlo assolutamente.
il risultato lo vedete, non ho la foto della fetta che metterò quando lo servirò, si perchè sarà un “regalo” ad un’amica che adora le torte di mele!

ora vi lascio la ricetta presa dal sito Cannelle et Vanille

CAKE ALLE MELE, NOCCIOLE E AVENA:


105g di farina di riso
60g di farina d’avena
50g di farina di nocciole
2 cucchiai di crusca d’avena
1 bustina di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di cannella
1/4 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di sale
3 uova
150g di zucchero di canna
125g di latticello o 70g di latte, 50g di yogurt e succo di limone
125g di olio d’oliva
1 cucchiaino di estratto di vaniglia o semi di una bacca
3 mele
2 cucchiai di crusca d’avena
50g di nocciole

accendere il forno e portarlo a 180°c
foderare con cartaforno uno stampo da plumcake 31×12 cm,
mescolare in una ciotola la farina di riso insieme alla farina d’avena, la crusca, il lievito, le spezie e il sale,
in un’altra ciotola sbattere le uova con lo zucchero, unire l’olio, il latticello e l’estratto di vaniglia,
versare gli ingredienti secchi nel mix di uova,
io ho poi proceduto in modo un po’ diverso rispetto la ricetta, ho tagliato una mela a tocchetti e l’ho aggiunta all’impasto,  ho versato il tutto nello stampo,
ho affettato sottilmente le altre due mele e le ho appoggiate inclinandole leggermente così come si vede nella foto, questa operazione è meglio farla appena prima di infornare perchè le mele tendono a sprofondare nell’impasto, se ciò dovesse accadere tiratele su con una pinza,
spolverare con gli altri due cucchiai di crusca d’avena e le nocciole tritate grossolanamente,
cuocere per 1 ora o a seconda dei forni, vale la prova stecchino, il mio è cotto in 50 minuti.

NOTE:

la farina d’avena l’ho ottenuta frullando i fiocchi,
la crusca d’avena la compro al Naturasi,
il latticello l’ho ottenuto mescolando 70g di latte e 50g di yogurt bianco, ho aggiunto un cucchiaino di succo di limone e lasciato riposare per circa un quarto d’ora, un altro metodo sarebbe quello di frullare la panna fresca fino a che diventerà burro dividendosi dalla parte acquosa, quello sarà il latticello,
oltre che un sano e gustoso dolce da colazione lo servirò come dopo cena al compleanno di un’amica accompagnato da una pallina di gelato, e poi vi dirò se sarà stato gradito…..se mai ci fossero dubbi!

 

muffin alla zucca, carote e nocciole

zucche zucche zucche!!
e non solo per Halloween che detto fra di noi non mi piace particolarmente, ma perchè adesso è la loro stagione, è la stagione delle zucche verdi, basse e cicciotte, quelle dolcissime e adatte per i tortelli mantovani che adoro e per mille altre preparazioni, anche dei dolci!
oggi vi do la ricetta di questi muffin che sono un peccato di gola ma piccolo piccolo, sono ricchi di verdura, non c’è burro, insomma si possono fare e mangiare con meno sensi di colpa verso il nostro giro vita o giro panza (parlo per me naturalmente!)!
MUFFIN ALLA ZUCCA,CAROTE E NOCCIOLE:

180g di farina di farro
20g di amido di riso
150g di zucchero di canna
50g di nocciole
1 bustina di lievito per dolci
200g di zucca cotta al forno e pulita
2 carote
2 uova
80ml di olio di semi
80ml di latte
un pizzico di sale
come sempre si fa con i muffin mescolare le polveri e i liquidi in due ciotole distinte,
nel composto di latte, olio e uova unire la zucca cotta ben schiacciata e le carote lavate, raschiate e grattugiate,
unire alle farine le nocciole tritate grossolanamente, il lievito, lo zucchero e un pizzico di sale, aggiungere ai liquidi mescolando per amalgamare bene il tutto,
riempire per 3/4 gli stampi per muffin imburrati e infarinati oppure se usate quelli in silicone come i miei di Pavoni saltate questa operazione,
cuocere a 180°c per 25-30 minuti a seconda del vostro forno.
inoltre:
150g di ricotta freschissima
zucchero a velo qb
montare la ricotta con lo zucchero, metterla in una sac a poche e guarnire i muffin.
in poco più di 40 minuti avrete dei dolcetti squisiti, la farina di farro ben si sposa alla zucca, alle carote e alle nocciole.
se conservati in un sacchetto di plastica si mantengono soffici e umidi per parecchi giorni.
naturalmente il frosting che avanza mettetelo in frigorifero e se non avete una sac a poche o non avete voglia di usarla poco male, due o tre spatolate saranno gradite allo stesso modo!
e la prossima ricetta zuccona sarà questa, rimanete sintonizzati:

ciambella al mais, fichi e nocciole

non sono mai stata particolarmente amante delle torte secche, di quelle dove non c’è almeno uno strato cremoso, una colata di cioccolato, una bagna alcolica, ma ultimamente forse per il freddo improvviso o forse anche perchè grazie al cielo nella vita si cambia continuamente (evito chi non lo fa perchè lo ritengo ottuso), ultimamente dicevo ho scoperto questo mio lato oscuro, e aggiungo purtroppo perchè il mio raggio d’azione si allarga così come il mio punto vita!
fra le ricette che ho provato (l’altra ve la riservo per la prossima volta) c’è questa ciambella fatta con una parte di farina di mais, fichi e nocciole, insomma, che ci crediate o no non riesco a fermarmi dal mangiarla!
non è eccessivamente dolce, è rustica, si incontra il morbido dei fichi e la croccantezza delle nocciole, per me è davvero troppo buona, ma io sono di parte direte voi, allora provatela così ne possiamo parlare insieme!

CIAMBELLA AL MAIS, FICHI E NOCCIOLE:

250g di fichi
50g di nocciole
1 bicchierino di rum

200g di farina di mais fioretto
200g di farina 00
100g di amido di riso
150g di zucchero
3 uova
1 bicchiere di olio evo
1 bicchiere di latte
1 bustina di lievito per dolci
sale

per prima cosa lavare e tagliare a spicchi i fichi e metterli a marinare col rum, tagliare molto grossolanamente le nocciole e tenere il tutto da parte.
mischiare le tre farine insieme al lievito e al pizzico di sale,
dividere i tuorli dagli albumi, montare i primi con lo zucchero e i secondi a neve ben ferma,
unire alla montata di tuorli l’olio e metà latte ed iniziare ad aggiungere poco per volta le farine mescolando sempre dal basso verso l’alto per non smontare le uova, alternare le farine col latte e per ultimo aggiungere i fichi e il loro liquido e le nocciole, amalgamare bene e se serve aggiungere ancora latte ricordandosi che l’impasto deve rimanere fluido ma non troppo, deve comunque legare le farine,
aggiungere gli albumi montati a neve mescolando sempre dal basso verso l’alto,
imburrare e infarinare uno stampo a ciambella versarvi il composto e infornare a 200°c per 40 minuti, vale la prova stecchino,
lasciare intiepidire, sformare e spolverare con zucchero a velo.

note:
è una torta rustica per cui aspettatevela anche nel sapore, la grana della farina di mais si sente e a mio gusto ci sta anche molto bene, se non vi dovesse piacere potete fare 150g di farina di mais e 250g di farina 00.
la spolverata di zucchero a velo ci vuole perchè la torta non è eccessivamente dolce.
se l’extra vergine vi sembra troppo invadente usate pure un olio di semi insapore.
che ci crediate o no non ho lo stampo a ciambella (questo rende l’idea di quanto poco amASSI le torte per così dire da colazione) ed ho usato uno stampo Pavoni da guglhupf, a torta finita manca il pezzo in fondo perchè l’ho tagliato essendo cresciuto a cupola.

quindi, riassumendo, ora vado a prepararmi una tazza di tè, cosa ci accompagnerò non è certo un mistero!