SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON CREMA DI MELANZANE ALLA PAPRIKA AFFUMICATA E STRACCIATELLA

 

A volte rileggendo il blog mi rendo conto che sembra mi nutra solo di dolci, mentre sembrerà strano ma durante la settimana non tocco neanche un biscotto, se non quelli che preparo apposta per la colazione e che comunque mangio con moderazione, un paio al massimo e spesso nemmeno quelli.
Però i dolci diciamocelo, sono quelli che più ci conquistano, ci fanno voglia solo a vederli in fotografia, ci immaginiamo la cremosità di quella mousse o la fragranza di quella crostata, e così va a finire che tralascio le altre ricette per dare la precedenza ai dessert.
Oggi però devo consigliarvi questo piatto di spaghetti alla chitarra fatti in casa (ma se li trovate pronti comprateli) con una crema di melanzana facilissima da fare, l’unica difficoltà sta forse nell’avere la paprika affumicata, io l’ho trovata a un mercatino itinerante e mi piace da morire.
Premetto che quando l’ho cucinata le temperature erano ancora accettabili per poter accendere il forno, ma si può tranquillamente cuocere la melanzana in padella o in micro.

Read more

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON ZUCCHINE E POMODORINI AL FORNO

 

Detesto sprecare il cibo, trovo sia una cosa scandalosa e immorale e per questo appena posso riciclo tutto quello che mi è possibile riciclare.
Se ho delle verdure cotte e non mi va più di mangiarle le metto all’interno di una frittata o di una torta salata, spesso nei ripieni dei tortelli, allo stesso modo faccio con la carne che peraltro mangio pochissimo, col pesce, preparo delle polpette o un sugo per la pasta.
Questi spaghetti sono frutto di due avanzi, anzi tre se conto un paio di zucchine che stavano morendo in frigorifero: mentre preparavo dei ravioli mi è rimasta della pasta così invece delle classiche tagliatelle ho tirato fuori la chitarra e via, eccoli pronti, avevo dei pomodorini cotti al forno residuo del tomato party, dovevo solo cuocere le zucchine e mi sarei mangiata un piattino niente male, e così è stato.
Dei ravioli vi parlerò prossimamente, adesso vi lascio questa ricetta e naturalmente non siete obbligati a farvi la chitarra in casa, usate la pasta che preferite.

Read more

spaghetti alla chitarra con carciofi e zafferano

quanto poco basta per rendermi contenta!
se solo chi mi è e chi mi è stato vicino lo sapesse e lo abbia saputo forse molte cose sarebbero andate diversamente!
ma il grande lavoro che sto facendo su me stessa ha come traguardo finale il non rimuginare continuamente su quello che è stato, seppur doloroso, seppure luttuoso, perciò cerco di farmi dei piccoli regali, dei piccoli momenti in cui la mia mente si perde nell’entusiasmo dell’arrivo di un pacco!

da anni volevo l’attrezzo per fare gli spaghetti alla chitarra, lo guardavo come una donna qualsiasi guarda un grosso diamante davanti a una gioielleria!
per me ogni arnese che riguarda la cucina è un gioiello prezioso, forse sarò compulsiva ma quando esco non c’è volta che non torno a casa senza uno stampo, una teglia, un piattino particolare, non resisto!
così quando è arrivato il pacco mi sono messa subito all’opera, appena il tempo di chiedere su fb ad AnnaFerna alcuni consigli ed eccoli lì, i miei primi spaghetti alla chitarra homemade!!

la ricetta del condimento l’ho presa sulla rivista in cui avevo già scopiazzato questi, ci ho messo qualcosa di mio ma davvero poco, sostituito la cipolla con lo scalogno, aggiunto l’aglio, usato carciofi diversi, insomma, ho messo mano qua e là!

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON CARCIOFI E ZAFFERANO:


per la pasta:


150g di farina 00
150g di farina di semola rimacinata
3 uova
un filo di olio

impastare le farine con le uova, unire un filo d’olio per rendere più elastica la pasta, formare una palla, e farla riposare coperta per almeno 30 minuti.
tirare la pasta con la macchinetta alla penultima tacca e passarla sulla chitarra, o se non l’avete usate la trafila della macchinetta per i tagliolini,
lasciare prendere aria sull’asse ben infarinata.

per il condimento:


4 carciofi mammole
1 scalogno
1 spicchio d’aglio
4 filetti d’acciuga sott’olio
1 bustina di zafferano o un pizzico di pistilli
1 ciuffo di prezzemolo
4 cucchiai di pangrattato
1 limone
olio evo
sale

togliere le foglie più dure ai carciofi, spuntarli, tagliarli a fettine sottili e metterli in una ciotola d’acqua fredda con il succo di limone,
tritare lo scalogno, sbucciare l’aglio e metterli in una padella con poco olio, soffriggerli a fiamma bassa, unire le acciughe e farle sciogliere,
aggiungere i carciofi scolati, rosolarli per un paio di minuti e bagnarli poi con lo zafferano sciolto in un mestolo di acqua calda,
continuare a cuocere per 10 minuti a fiamma bassa fino a che i carciofi sono morbidi,
tostare il pangrattato in un padellino con un goccio di olio e un pizzico di sale, togliere dal fuoco e mescolarlo al prezzemolo tritato,
cuocere gli spaghetti al dente, scolarli tenendo da parte un po’ di acqua di cottura e versarli nella padella dei carciofi mescolando bene ed aggiungere se serve qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta,
spolverare col mix di pane e prezzemolo e servire.